Utente 112XXX
Salve a tutti e vi ringrazione anticipatamente per le risposte che mi darete. Mia nonna di 72 anni ha un ulcera diabetica sul piede sinistro, mia nonna ha avuto l amputazione della gamba destra sempre per un ulcera andata in cancrena, e dopo l amputazione le sono subentrate un infarto e un ictus che le ha paralizzato la parte destra del corpo. Tutt ora è assistita dall ADI, il problema ora è che l ulcera dell alluce del piede sinistro sta andando in cancrena e il Chirurgo di Cagliari Gastaldi ci ha consigliato di farla seccare da sola, ma più passa il tempo più la situazione si aggrava e l infezione si estende. All ospedale dove mia nonna è stata ricoverata 2 settimane fà per un anemia e le sono state fatte delle trasfusioni dicono che il dito non può essere amputato per via della situazione clinica di mia nonna e della pericolosità dell intervento. Noi abitiamo a Cagliari e non sappiamo + che fare vi prego di darci il vostro aiuto Grazie
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

la malattia diabetica in queste situazione è veramente implacabile.

questa malattia determina lesioni del microcircolo di tutti i tessuti.

l'amputazione è un atto chirurgico estremo che non è gradito certamente dal paziente ma anche dal chirurgo.

il chirurgo cerca sempre di tentare tutto il possibile per evitare di giungere a questo atto estremo.

le implicazioni generali di un atto chirurgico come l'amputazione è noto in generale ed in particolare l'ha osservato anche lei nel suo caso specifico (le complicanze che lei ha menzionato nel primo intervento di amputazione, infarto ed ictus).

pertanto le auguro tantissimi auguri per il futuro.

cordiali saluti