Utente 121XXX
Salve,

sono un ragazzo di 23 anni, con pelle chiara, occhi chiari (tutti caratteri predisponenti a patologie della cute) e con molti nei, soprattutto sulla schiena e sull'addome. Seguo con regolarità la situazione dei nei da quando sono piccolo, sottoponendomi ogni anno/anno e mezzo ad una visita specialistica dermatologica di controllo. Ho sempre seguito un corretto comportamento con il sole, cercando di non scottarmi mai e usando sempre e ripetutamente la protezione solare.

Circa dieci anni fa mi fù tolto un neo sulla schiena per precauzione, infatti non fù riscontrata alcuna evidenza all'esame istologico. Ho anche un nevo congenito sulla coscia destra di quasi 4 x 3 cm.

Pochi giorni fa mi sono recato per il periodico controllo da un dermatologo della mia asl di zona, e la dottoressa a distanza di circa un anno e mezzo (frequenza consigliatami all'ultima visita dermatologica) dall'ultima visita ha riscontrato un "nevo atipico" sulla schiena. Io purtroppo data la quantità di nevi non riesco a tenerli tutti tutti sotto controllo e quindi sinceramente non ricordo se quel neo è sempre stato in quel modo o no.

Quello che posso sicuramente affermare è che sono in un periodo di particolare crescita per i miei nevi, infatti negli ultimi tre anni molti hanno aumentato considerevolmente dimensione.

Il neo, che la dottoressa ha osservato con una specie di piccolo microscopio e credo un gel, ha un colore marrone non troppo scuro su un lato e rosso/rosato tenue dall'altro, come se fosse un neo con accanto un bollicino. La dimensione è riportata in mm: 4.5x6.0 circa.

Mi ha chiesto se al precedente controllo qualcuno mi avesse già segnalato quel neo, e io ho risposto no. A questo punto mi ha consigliato di non aspettare un anno per il controllo successivo, ma di anticiparlo a sei mesi, e mi ha detto che in caso di aumento di dimensione tra sei mesi me lo farà asportare.

Sinceramente sono un pò preoccupato, soprattutto perchè in queste situazioni ti viene in mente di non aver fatto abbastanza per tenere sotto controllo la propria situazione.

La mia perplessità è questa: è normale che in caso di nevo atipico come sopra descritto, la procedura sia quella di attendere sei mesi e poi eventualmente togliere il neo, vista anche l'anamnesi? Oppure è segno che posso stare tranquillo perchè se mi ha detto di aspettare sei mesi, al momento vuol dire che non c'è da preoccuparsi? Avete consigli da darmi?

Ringrazio anticipatamente chiunque voglia aiutarmi.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Ci sono nei atipici e nei atipici: si fidi del suo demratologo che secondo la propria valutazione (e l'epiluminescenza : fondamentale) ha tratto queste conclusuioni:

se ravvede mutamenti grossolani e altre nuove situazioni ci si rechi prima ovviamente