Utente 108XXX
Gent.mi Dottori di Medicitalia, ho 29 anni, circa 6 anni fa sono stato sottoposto a frenuplastica per via del frenulo estremamente corto, intervento riuscito apparentemente senza problemi, eccetto una mia grande sensibilità persino sotto anestesia e durante la rimozione dei punti che mi hanno costretto all'impiego (su consiglio dei medici che mi hanno operato) di EMLA prima della rimozione dei punti.
Non avendo avuto una vita sessuale costante da allora (ma anzi, estremamente diradata e rara) ho avuto alcuni problemi durante i rapporti sessuali, in particolare la parte di pelle del glande che prima formava il frenulo risulta estremamente sensibile, al punto di darmi dolore durante la stimolazione orale mentre nei rapporti sessuali il fastidio è presente (se con preservativo a glande scoperto, ma anche senza preservativo) in caso di scarsa lubrificazione della partner, al punto da farmi preferire spesso il tenere il glande coperto prima di mettere il preservativo.
Tale tessuto risulta particolarmente vascolarizzato con presenza di vene di dimensioni abbastanza grandi, e risulta estremamente sensibile e doloroso anche al tatto.
Tenendo il glande scoperto per qualche minuto in erezione questo problema si attenua.
Sono preoccupato in quanto sto iniziando una relazione e questo problema presentandosi costantemente sta inficiando molto il feeling tra me e la mia partner e sta influendo anche sulla mia eccitazione al momento del rapporto, perchè la paura di sentire dolore rende tutto più sensibile.
Ne parlerò al più presto con il mio medico, però gradirei sentire il vostro parere

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,senza poter vedere é problematico entrare nel merito di una problematica che brilla per una non uniformità di valutazioni,sensazioni e....rimedi. Comunque,con un pò di pazienza e collaborazione con lo specialista,la soluzione si trova nella massima parte dei casi.Contatterei,attraverso il medico di famiglia,un esperto andrologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

esistono spesso casi di ipersensibilità della mucosa balanica ( del glande) che non consentono toccamenti o sfregamenti sessuali da parte della partenr con rilevante disagio e difficolta dei rapporti
Si faccia veder da uno specialista
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mi Dottori, vi ringrazio delle risposte e ringrazio il sito per il servizio che svolge.
Aggiungo che la pelle del glande presenta una certa "adesività" sulla parte superiore dello stesso.

Oggi ho sentito il parere del mio medico, il quale mi ha suggerito una visita dermatologica alla quale mi sottoporrò al più presto.

Grazie ancora!
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...ottima soluzione.Cordialità.
[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Mi scuso se vi contatto per una domanda un pò banale, ma visto il suggerimento del mio medico di famiglia sto cercando un buon dermatologo a Cagliari (il mio medico mi ha fornito un contatto ma in questo periodo è difficile trovare disponibilità), mi chiedevo se attraverso il sito potessi venire messo in contatto con uno specialista...

Grazie ancora!
[#6] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...consulti le Pagine Gialle.Cordialità.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,
ho l'impressione che la sua problematica non sia di natura dermatologica ma richieda semplicemente un po' di pazienza e il consiglio di uno specialista andrologo
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno gent.mi Dottori, mi sono sottoposto a visita dermatologica come suggerito dal mio medico di famiglia.
La visita dermatologica ha evidenziato assenza di cause virali ed ha individuato la causa dei miei problemi nell'intervento da me subito 6 anni fa di fimosi.

La diagnosi è stata "Atrofia cutanea post intervento".

Preciso che il risultato dell'intervento di fimosi ha portato il distacco totale del frenulo dalla parte posteriore del glande (ed ha anche contribuito ad attenuare a livelli accettabili una ristrettezza dell'anello prepuziale che in erezione risultava eccessivamente stretto prima dell'intervento) con l'applicazione di circa una decina di punti dal glande al prepuzio.

In effetti i tessuti sensibili al dolore sono proprio quelli che sembravano in precedenza costituire il frenulo stesso.

Mi è stato spiegato che essendo dovuto al risultato del precedente intervento, su un tessuto estremamente sottile, non "esiste una soluzione" vera e propria.

Mi è stato consigliato di applicare per 10 giorni Gentalyn unguento, di provvedere alla normale igiene intima mediante Aveeno intimo e di applicare due volte al giorno Sensigel intimo senza limiti di durata.

Mi è stato detto che Sensigel intimo è in grado di ridare tonicità alla pelle e favorisce la rigenerazione dei tessuti, oltre che favorire da lubrificante, anche se il mio medico ha ritenuto tale crema piuttosto inutile.

Volevo sapere cosa ne pensate, e se fosse possibile ottenere anche un parere di un secondo dermatologo
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...nell'invitarLa ad evitare di sottolineare i nomi commerciali dei farmaci utilizzati,ho la sensazione che,di questo passo,i Suoi incontri con la classe medica saranno sempre più numerosi e...diversificati.Le consiglierei,quindi,di rifarsi al giudizio di un solo medico che conquisti la Sua fiducia.Da parte nostra,non potendo vedere di persona,credo che altro non si possa postulare.Cordialità.