Utente 121XXX
Buonasera! Sono una ragazza di 23 anni, sono alta 1.66 e peso 52 kg. Scrivo perchè vorrei chiedere un parere su delle aritmie che mi capitano soprattutto quando sono sdraiata sul fianco (di sera soprattutto), avverto proprio il cuore "sfarfallare", alla palpazione del polso si avvertono delle aritmie ipercinetiche. Ho eseguito gli esami ematici: elettroliti nella norma, Hb nella norma. Ho fatto un ECOCG ed è risultato tutto nella norma, ECG con tachicardia ma nella norma. Il cardiologo mi ha detto di fare sport costantemente: vado 2 volte in settimana in piscina ma con questo non è cambiato niente. Vorrei chiedere quale può essere il motivo di queste aritmie? C'è qualcosa che posso fare per ridurle o soprattutto per ridurre un pò la FC, dato che mi dà fastidio sentire sempre il cuore battere così forte? (metodi non farmacologici intendo...)Ho una vita stressante causa studi, ma se c'è qualcosa che posso fare per ridurre questi episodi lo farei ben volentieri. Grazie per la Vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, è molto probabile che l'esaltata attività elettrica cardiaca, solo in determinate posizioni del corpo sia dovuta anche ad una alteratà attività gastrica. Le consiglio di assumere bevande tranquillanti come camomilla e valeriana, evitare lauti pasti seguiti dal riposo, cercare durante le fasi digestive di camminare, condurre ovviamente ritmi di vita più regolari.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta rapidissima! Volevo chiederLe come può lo stomaco influenzare il ritmo cardiaco? Comunque i sintomi si presentano in genere quando vado a letto e mi giro sul fianco e solitamente dal pasto al letto passano circa 4 ore. Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Un eventuale stato di iperacidità può determinare una reazione chimica irritativa che a livello cardiaco si traduce con la formazione di extrasistoli.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio dottore!
Saluti.