Utente 120XXX
Ho fatto oggi l'esame dal cardiologo su richiesta del mio dottore per capire se il mio è un problema di ansia o altro. Ho effettuato l'esame è a sorpresa mi sento dire che ho la pressione alta. Siccome ho solo 23 anni e peso 58 chili mi sembra strano, in passato si mi è capitato di avere la pressione minima un pò altina ma nessun medico mi ha detto che avessi nulla di preoccupante. Invece questo cardiologo mi ha fatto tante domande, mi ha chiesto se avessi avuto casi in famiglia e io gli ho detto si, in effetti mio padre aveva la pressione alta e prendeva una pastiglia, poi mi ha detto di evitare di mangiare sale e di misurarmi di continuo la pressione.
risultato esame: Fam+ per ipertensione arteriosa, non precedenti cardiaci sicuri poi ce scritto altro tra parentesi e non capisco nulla nega ipertensione, ipotimie ed altro mi sembra..s ansiosa..
terapia attuale nulla, ecg ce scritto ma non capisco niente, obbiettivo cardiol. petto esente pa 150/100 polsi presenti e altro che non capisco..
esami disponibili: nulla
referto conclusioni: Valori elevati di Pa ( 150/100) mai segnalati in precedenza, / fam. + ipertensione arteriosa
terapia: Utili controlli pressione per eventuale terapia in caso di conferma valori elevati, dieta lipidica

esami consigliati: es. ruotime assetto lipidico.

Mi ha detto che non ho niente di preoccupante e che può essere l'ansia che abbia alterato la pressione, ma siccome ho sempre questi attacchi di tachicardia mi preoccupo. In passato ho fatto uso di droghe..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Non posso che confermare la diagnosi del collega e i consigli da lui forniti (controlli seriati dei valori pressori). Potrebbe essere utile, vista la sua giovane età eseguire pero' degli ulteriori accertamenti (se si confermasse l'ipertensione arteriosa), per valutare la presenza di cause eventualemente rimuovibili (dosaggi catecolaminergici plasmatici e urinari), ecografia delle arterie renali, esclusione attuale di utilizzo di sostanze stupefacenti (soprattutto cocaina o altre sostanze eccitanti), esami ematologici con valutazione di funzione renale ed elettrolici, dosaggio aldosteronico etc.
Senta anche il suo medico curante.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Si ho smesso con la cocaina perchè appunto ogni volta che assumevo dopo stavo male.. però anche adesso che ho smesso soprattutto nel sonno o la mattina appena mi alzo io mi sento il cuore in fiamme..e il caldo di questi giorni mi peggiora tanto..