Utente 208XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di 19 anni e un anno fa ho subito un intervento di corporoplastica per raddrizzare un incurvamento ventrale. Perfetto il decorso post-operatorio. Ancora non ho avuto rapporti sessulai però mi sorge un dubbio: da dopo l'intervento il pene si è raddrizzato, però presentava una lievissima curvatura verso sinistra (ma molto lieve). Da stamattina sembra come un pò più accentuata (in erezione); è possibile che accada un fenomeno del genere a distanza dall'intervento e, se si ci sono rischi che peggiori?? da premettere che oggi nella parte sinistra del glande ho avuto come degli impulsi dolorosi di breve durata, che però ho considerato di pertinenza della prostatite che mi è stata diagnosticata un mese fa. Ringraziandovi vi saluto cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Non dovrebbe essere nulla di preoccupante,magari solo un po' di inevitabile suggestione. In ogni caso per dirimere ogni dubbio le consiglio di farsi rivedere periodicamente dal collega che l'ha operata.
Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2006
Gentile dottore, innanzitutto grazie per la risposta. Purtroppo non è facile farmi controllare periodicamente dal prof che mi ha operato in quanto stiamo dalle parti opposte dello stivale!! Il fatto è che ho letto molte cose anche sulla induratio penis che mi hanno fatto preoccupare. Non ho dolori in erezione e non ne ho mai avuti. L'unica cosa presente, che però non da fastidio, è che la zona fra le due cicatrici (sottocutanee ovviamente) è più gonfia rispetto alla base del pene, ma questo non mi rpovoca nessun fastidio ed è così fin dopo l'intervento. Questa zona più gonfia può essere causata da una lieve dissociazione base-apice emersa durante i controlli pre-operatori? Ringraziandola la saluto cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore 20843,

a Catania lavora un andrologo, il Dottor Bruno Giammusso, (Urologia dell'Università, brunogiammusso@hotmail.com)che ha una enorme e valida esperienza nella chirurgia degli incurvamenti penieni,che ha sviluppato numerose tecniche personali e che potrebbe darle tutti i chiarimenti del caso senza fare molti kilometri.Lo consulti.
cari saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
certamente Lei avrà gia predisposti gli opportuni controlli clinici post-operatori presso il Chirurgo che ha proceduto all'intervento. Credo che valga la pena effttuarli e proprio da chi L'ha operata. Anche se questo comporterà un viaggio di molti chilometri. D'altra parte era una possibilità che Lei avrà considerato quando si è trattato di scegliere dove e con chi operarsi.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un sereno Natale ed un felicissimo Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
anche secondo me sarebbe utile una valutazione del chirurgo che l' ha operata che conosce la tecnica che ha utilizzato le eventuali difficoltà incontrate