Utente 880XXX
Carissimi medici,inanzitutto vi ringrazio per questo sito e il servizio che offite.10 giorni fa ho avuto un rapporto sessuale non protetto con la mia ragazza. E' durato 30, max 40 secondi, poi ho estratto il pene senza essere arrivato all'orgasmo. Presi dall'ansia, lei ha preso la pillola del giorno dopo. Dal momento del rapporto a rischio fino al momento dell'assunzione della pillola erano passate circa 30 ore. Ho letto che prima va assunta e meglio è: ma penso che anche se erano passate 30 ore l'efficacia dovrebbe essere se non ottima, ancora molto buona.Oggi però siamo al secondo giorno di ritardo dalla data prevista per il mestruo.Cosa importante da dire è che secondo i calcoli(in riferimento al ciclo mestruale precedente),l'ovulazione sarebbe dovuta essere passata già da circa 6 giorni rispetto al giorno in cui abbiamo avuto il rapporto. Però come si sa, è tutta teoria in quanto la mia ragazza ha un ciclo irregolare ed in più ha passato un periodo stressante nei giorni precedenti, per cui anche la data dell'ovulazione molto probabilmente sarebbe potuta slittare di qualche giorno e finire per coincidere col giorno in cui abbiamo avuto il rapporto. Un altro elemento importante è che non avevo avuto eiaculazioni precedenti(ne ho avuta una, ma il giorno prima, circa 14 ore prima, per cui l'uretra doveva essere abbastanza pulita).I sintomi premestruali che ha in genere prima di ogni ciclo ci sono tutti. Voi cosa pensate?Lo so che il rischio c'è, ma credo sia bassissimo(qualcuno dice del 2, 3 %). Confermate?Oppure forse, per le modalità in cui è avvenuto il tutto (rapporto brevissimo,probabile assenza di sperma nell'uretra e pillola presa a distanza di 30 ore)le possibilità sono ancora più ridotte?Vi ringrazio anticipatamente e faccio a tutti l'appello di USARE il profilattico SEMPRE per evitare drammatiche ansie come la mia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,eviti gli appelli ed affronti il problema della contraccezione con meno ansia...Non ha senso farsi prendere dal panico seguendo le modalità del rapporto sessuale descritto e ha ancora meno senso ricorrere a delle terapie (pillola del giorno dopo) che possono dar luogo ad importanti effetti collaterali alla partner.
Sarebbe auspicabile seguire i consigli tecnici di un esperto andrologo reale e non virtuale.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione direi che sarebbe abbastanza improbabile che si sia verificata una gravidanza con il vostro rapporto sessuale.
Comunque cercate di utilizzare modalità contraccettive adeguate, proprio per evitare l'ansia
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 880XXX

Iscritto dal 2008
Beh sono d'accordo con voi. Comunque penso che se il medico le ha prescritto la pillola vuol dire che però un certo rischio c'era. Intanto oggi è il terzo giorno di ritardo ed ancora niente. Ma voi quanto pensate che siano le percentuali d probabilità di essere rimasta incinta? Datemi delucidazioni su questo!La mia paura gioca sul fatto che possa essere uscito del liquido preiaculatorio e che lei si potesse trovare nei giorni di fertilità. Scusate ancora per il disturbo.Grazie
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

in questi casi difficile darle delle percentuali precise di possibile gravidanza (quelle da lei accennate, se indicate dal ginecologo della ragazza, potrebbero essere quelle esatte).

Comunque la dinamica del rapporto da lei raccontata e l'assunzione della "pillola del giorno dopo" dovrebbero farci pensare ad una improbabile gravidanza indesiderata.

Non ci chieda altro ed aspetti, senza inutili ansie, con la sua ragazza ed insieme al suo ginecologo che tutto si "risolva".

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com