Utente 122XXX
Buongiorno, ho già subito 2 operazioni di exeresi dell'orifizio fistoloso primario fistulectomia marsupializzazione al piano sacrale in 2 ospedali differenti con 2 differenti trattamenti pst operatori ma a distanza di un anno dal primo intervento e 4 mesi dal secondo, i fori dove esce del siero non sono ancora chiusi e spurgano in continuazione. Vorrei sapere se era possibile visto il continuo formarsi di peli utilizzare creme depilatorie o altri trattamenti per poter chiudere definitivamente i forellini. L'esame istologico parlava di lembo di sottocute cm 8x1,5x1 rivestito di piccola losanga cutanea del diametro di cm 1 al taglio è presente tragitto fistoloso della lunghezza di cm 4,5 evidenziato con blu di metilene diagnosi: cisti pilonoidale supporata circondata da granuloma da corpo estraneo nell'attesa di un vs gentile cenno di risposta distintamente saluto grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
La cisti sacro-coccigea si forma proprio a causa di una raccolta di peli che viene circondata da una reazione infiammatoria del sottocute. L'utilizzo di creme depilatorie e' quindi senz'altro utile a scopo preventivo.
Tuttavia, poiche' la situazione sembra tuttora non risolta, penso che sarebbe opportuno che lei si rivolga comunque ad un Chirurgo per una visita accurata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
la guarigione di una “..cisti pilonoidale suppurata circondata da granuloma da corpo estraneo..” non è certamente ‘agevole’.
In merito alla Sua domanda (..possibile visto il continuo formarsi di peli utilizzare creme depilatorie..) la risposta è si; Ma il fine di mantenere glabra la zona non è certamente quello di “..chiudere definitivamente i forellini..” bensì quello di mantenerla ‘pulita’.
Qualsivoglia ‘forellino’ è da considerarsi come un tramite che induce la fuoriuscita verso l’esterno di eventuale materiale purulento/sieroso/ematico e consideri che i peli ne inducono un ostacolo con eventuale ‘apparente’ chiusura e possibile raccolta sottocutanea di materiale che, inevitabilmente, tenderà ad infiltrare i tessuti adiacenti al fine di farsi strada verso l’esterno (fistola).
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli