Utente 752XXX
Buongiorno,
vi scrivo per la mia bimba di 13 mesi che da un paio di settimane presenta un'escrescenza all'ano. E' una specie di piccolo peduncolo dello stesso colore dell'ano posizionato alle ore 12 (quindi esterno). Se le allergo il sederino, l'escrescenza sparisce. La pediatra di base che l'ha visitata ha escluso una ragade ma ha chiesto di tenerla sotto controllo ed eventualmente farla visitare da un chirurgo. Ora, vi chiedo: di cosa si potrebbe trattare? Premetto che è una bimba che ha problemi a scaricarsi e quando lo fa,le feci non sono per niente morbide (e per questo sta già prendendo delle bustine adatte e la sto aiutando con l'alimentazione), potrebbe essere una cosa che si potrebbe risolvere spontaneamente? grazie per la consulenza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.ma Mamma,

credo ,da come lo descrive, che si tratti proprio di ragade, soprattutto legata al fatto che la piccola come riferisce lei è tendenzialmente stitica e necessiti di terapia con lattosio o derivati per aiutare l'evacuazione.
credo che valga la pena un consulto specialistico proprio per dirimere ogni dubbio ed eventualmente eseguire una piccola anoscopia.

sempre a sua disposizione ,

cordialità
[#2] dopo  
40088

Cancellato nel 2010

Gentile signora,
durante la mia lunga carriera ho visto tanti piccoli bambini, tendenzialmente stitici,che presentavano piccole escrescenze anali(come quelle da Lei descritte),poi sparite spontaneamente col miglioramento delle funzioni intestinali.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.Ma Mamma,

come le diceva il Dr Mariggiò, l'unico elemento da sottolineare è l'evacuazione,spontanea e morbida di feci assolutamente morbide.

è un cane che si morde la coda, per intenderci, più le feci risultano dure al passaggio, più si innesta un meccanismo tale da associare risentimento alla muscolatura dell'ano che fa in modo che le feci, non evacuate, restino in ampolla rettale e si solidifichino , perdendo il loro normale contenuto di liquidi, e quindi risultando difficili da emettere, senza sforzo.

l'anoscopia servirebbe semplicemente a controllare se all'interno vi si possano allocare ragadi interne, di cui quello che vede in esterno a ore dodici non è altro chi il campanello d'allarme, o meglio la punta dell'iceberg.

esistono pomate fatte apposta per rimarginare le ragadine interne, che ovviamente devono essere associate ad una dietoterapia ed idratazione abbondante.

cordialità