Registrati | Recupera password
0/0
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    "verosimile frattura composta traversa della scafoide e distacco parziale a carico dello stesso"

    Buongiorno,volevo chiedere un chiarimento agli esperti.
    Nove giorni fa sono caduto in bicicletta e mi sono fratturato lo scafoide.Mi hanno subito ingessato(quasi fino al gomito).
    Stamattina ho ritirato il referto delle radiografie fatte prima dell'ingessatura ma essendo ignorante in materia non capisco bene. Il referto dice: "verosimile frattura composta traversa della scafoide e distacco parziale a carico dello stesso". Mi hanno già spiegato che lo scafoide è un osso "ostico" da guarire.
    Al momento sto prendendo integratori di calcio e vitamina D e ogni giorno mi sottopongo a circa 2 ore di magnetoterapia.
    Vi ringrazio anticipatamente per il Vostro parere/consiglio.
    Grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 648 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    Dal referto sembra trattarsi di una frattura composta, tanto da porre il dubbio "verosimile", oltre a un distacco parziale, cioè un piccolo frammento marginale.
    Questa è la spiegazione del referto; dare giudizi sul trattamento non è possibile. Se questo è il quadro ci sono ottime possibilità di guarigione. E' utile un controllo clinico (megllio se presso un Chirurgo della mano) e radiografico intermedio per escludere che la frattura si sia scomposta nel frattempo, eventualità che il gesso non permette di escludere.
    Ci faccia sapere gli sviluppi
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Grazie per la spiegazione.Quindi secondo Lei è meglio fare un visita intermedia?Lunedì prossimo sono alla seconda settimana di gesso:quando può essere più utile fare questa visita?Grazie



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 648 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    In genere io lo consiglio per non aver sorprese. Secondo me a 10 gg è utile fare un controllo
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve. Dopo 40 giorni di gesso, l'ortopedico (guardando le lastre) mi ha detto che la frattura non si era ancora consolidata e quindi mi ha prescritto altri 40 giorni di tutore con immobilizzazione del pollice. Sto tentando di allegare delle foto delle RX in modo che le possa vedere e avere un Suo parere.




  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 648 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    Il decorso è in teoria normale. Lo scafoide richiede 90 gg per consolidarsi. Non impazzisca ad allegare rx perché per le linee guida del sito, e comunque anche per mia decisione, non è possibile prendere visione delle radiografie. Dopo tutto se lo specialista ha stabilito che la frattura non è ancora consolidata penso che ci sia poco da discutere: occorre molta molta pazienza.
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Salve.Finalmente ieri alla visita di controllo,e dopo 40 giorni di gesso e 32 di tutore l'ortopedico guardando le radiografie mi ha detto che la frattura si è consolidata.Mi ha detto che non devo più usare il tutore e che a casa devo fare dei movimenti lenti del polso(e del pollice che tuttora sento "indurito")magari immergendo la mano in acqua tiepida. A dire la verità io mi aspettavo di dover fare della riabilitazione da qualche fisioterapista.
    Secondo Lei è meglio fare un'altra visita da un altro specialista per avere un altro parere?
    E' d'accordo sul fatto di fare gli esercizi a casa o è meglio se mi rivolgo a un fisioterapista?
    Grazie



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 648 Medico specialista in: Ortopedia
    Medicina legale e delle assicurazioni
    Chirurgia della mano

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    In genere alla rimozione di un gesso o un tutore si comincia con la mobilizzazione a domicilio in acqua tiepida salata. Per sapere se occorra la fisioterapia è opportuno che si rivolga a uno specialista Fisiatra (il fisiotrapista non può visitare, nè fare diagnosi, nè prescrivere terapie, ma deve eseguire le cure fisiche prescritte dall'Ortopedico, dal Fisiatra, dal Medico dello Sport)
    Un po' di rigidità del polso e delle dita è normale dopo una immobilizzazione lunga. Per fortuna che la frattura è consolidata perché molto spesso questo non accade.
    Cordiali saluti


    Umberto Donati, MD
    www.ortopedicoabologna.it


Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20/07/2009, 11:59
  2. Frattura base composta i falange
    in Chirurgia della mano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/07/2009, 18:36
  3. Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 22/06/2009, 17:24
  4. Postumi di frattura
    in Chirurgia della mano
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19/06/2009, 19:09
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 19/06/2009, 14:13
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896