Utente 118XXX
Vorrei sapere se è possibile eseguire un intervento chirurgico stando hai risultati delle due TC. IL paziente ha 78 anni, è stato operato circa 9 anni fa al colon.

Diagnosi:
"L'esame è stato eseguito con tecnica volumetrica multifasica, previa opacizzazione dell'apparato digerente con gastrografin per os in paziente sottoposto a pregresso intervento di k colon".

La TC del TORACE evidenzia sottile falda di versamento pleurico lungo la doccia costo vertebrale dello spessore di 1 cm circa con lieve disventilazione subsegmentaria contigua.
Non apprezzabili bilaterialmente lesioni di tipo primitivo e/o secondario a carico del parenchima polmonare.
Con finestra per mediastino non si repertano linfonodi significativamente aumentati di volume.

La TC dell'ADDOME evidenzia a carico del fegato di sinistra lesione solida che presenta marcato e disomogeneo enhancement con aree ipodense di colliquazione nel contesto del diametro traverso di 16 cm, che interessa anche il 1° segmento ed esercita compressione sul parenchima epatico limitrofo, sulle strutture vascolari contigue, sul ramo sinistro della porta che appare trombizzato, sul tripode, sul pancreas, sul colon di sinistra e deborda dal profilo epatico nello spazio epato gastrico.
La lesione da riferire in prima ipotesi a voluminoso epatocarcinoma tardivamente si presenta ipodensa circoscritta da pseudocapsula.
Multipli centimetrici linfonodi si apprezzano all'ilo epatico. Linfonodi in periaortica sinistra.
Sottilissima falda liquda in periepatica.
Nella norma la colecisti le vie biliari, la milza il pancreas, i surreni, i reni e gli organi dello scavo pelvico.
Non versamento nello scavo pelvico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Prima di porre una qualsiasi indicazione ad un eventuale intervento credo siano indispensabili una valuutazione chirurgica da parte di un collega con esperienza in chirurgica epatica maggiore ed oncologica, considerato anche il precedente intervento.
Solo allora si potrà confermare una eventuale diagnosi e porre eventuali indicazioni terapeutiche. Auguri!
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Dove posso trovare in questo portale un chirurgo epatico??
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Considerata la compelssita' del problema, credo che la cosa migliore sia una valutazione diretta e personale in modo che il collega possa visitare il paziente e valutare l' esito degli accertamenti eseguiti.