Utente 235XXX

Ho 40 anni e dal mese di maggio che sono in lotta con una prostatite:
Uno dei problemi principali è che la quantità e la forza dal flusso di urina è diminuito o comunque non è più come prima, a ho la necessità di urinare spesso, ma a volte ne esce poco, e me ne accorgo che non si è svuotato del tutto la vescica; La notte non necessariamente ho la necessità di urinare ma se non mi sveglio per altri motivi...Da prima sono andato dal mio medico curante e mi ha prescritto un ecografia all' addome inferiore: Vescica normodistesa,indenne da lesioni endoluminali. Prostata regolare per volume ad ecostruttura omogenea.Presenza di discreta residuo urinario post minzione ( 95 ml circa).
Poi ho fatto l' esame spermiocoltura: ricerca mycoplasma/ureaplasma: positiva per ureaplasma urealyticum.
Presenza di flora mista polimicrobica: si segnala la presenza di 50.000 CFU/ml di flora mista: enterococcus faecalis;enterobacteriaceae;staphylococcus spp.
Il PSA è 0,74 ng/mL
Ed infine ho fatto la flussimetria:
Total time: 2:2 s
Voided volume: 402 ml
Peak flow: 17 ml/s
Average flow: 6 ml/s
Time to Peak: 0:13 s
Esitancy: 0:17 s
Voiding Time : 1:20 s
Urine Residal : 100 ml

L' urologo mi ha prescritto Un antibiotico "Levvoxacin 500 per 10 gg
Ma con scarsi risultati.
Sono tornato dal mio medico di famiglia, ha notato che l' antibiotico dato dall' urologo non era andato al mio caso; mi ha prescritto un' altro antibiotico " Klacid 500 mg ". Dopo questa cura ho eseguito altri esami di spermiocoltura:Le prime due sono positiva per UREAPLASMA ureayticum ,
Mentre l' ultima tutto negativo ' ma positiva per ESCHERICHIA coli ( carica batterica 100000 CFU/ml)
Ho eseguito le varie cure di antibiotici, seguendo seguendo antibiogramma della spemocultura ma oggi il problema non è migliorato anzi a volte si è aggiunto dei dolori sul basso ventre, e a volte il flusso è talmente poco che esce a gocce...
Stanco dei varie cure di antibiotici, con I relativi esami di spermocultura e con scarsi risultati mi sono rivolto ad uno dei più rinomati urologo di Acquaviva: Dott. Romano che mi ha prescritto un ennesimo antibiotico+ "Serpens" per tre mesi ..( il mio medico curante ha detto che si tratta di un medicinale "acqua")....e se non scompariranno I sintomi, dovrei effettuare una urografia con il contrasto.E qui che non capisco: Mi sono documentato su questo esame, e sembrerebbe che non è un esame da niente anzi è da EVITARE... Ma secondo VOI è il caso di effettuare un esame così complicato? Questo esame non serve per verificare altro?????'

Vi prego mi date aiutate?
GRAZIE ANCORA

Michele

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 23541,

La gestione e la terapia di una prostatite richiede molta pazienza da parte del paziente e del medico stesso.
Non esistono i "Santoni" che con una semplice visita siano capaci di consigliare la terapia "miracolosa" magari consigliando accertamenti che non si fanno quasi più e che, nel caso specifico, non capisco che informazioni potrebbero dare. Mi sembra che il suo medico abbia intrapreso le indagini corrette per trattare tale patologia
Io ritornerei da lui
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
io credo che il Suo Medico di base dovrebbe, come si dice a Roma, "darsi una calmata"! Dovrebbe lasciar lavorare in maniera serena gli Specialisti che Lei ha contattato. Non è interferendo con i consigli e le terapie prescritte che L'aiuterà verso la guarigione. Volete cambiare Specialista? Si, è possibile, corretto ed è un Suo diritto. Ma non è corretto viceversa interferire con il Suo lavoro.
I risultati di questo modo di comportarsi poco professionale sono ovviamente quelli che Lei lamenta.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un felicissimo, sereno e prosperoso Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
ma a cosa serve l'urografia per una prostatite?
scherziamo? farebbe bene ad affidarsi ad un urologo come ha già fatto, seguire i suoi consigli ed avere pazienza perchè le terapie x le prostatiti sono durature
[#4] dopo  
Utente 235XXX

Iscritto dal 2006
In anzitutto vorrei ringraziare tutti Voi per l'aiuto e conforto che ci date, ma sinceramente non ho ancora capito bene il ruolo che ha l'urografia.....
per il mio problema.Quindi, se non ho capito male, devo continuare su questa strada? Mi potete delucidare meglio sull'usa di questo esame ?
Vi ringrazio anticipatamente

Michele
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
che dirLe: se uno dei "più rinomati" Urologi della Sua città Le ha prescritto un esame Urografico...beh qualche motivazione o sospetto clinico lo avrà pure avuto, non Le pare? Non possiamo pensare che quel giorno il Collega non stesse bene...
Quindi chieda le motivazioni dell'esame strumentale a lui stesso, se proprio non si sente di effettuarlo. Altrimenti sostituisca il Suo Urologo.
Ci faccia sapere l'evoluzione delal faccenda.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 23541,

continuo a non capire cosa si proponga di vedere una urografia in un caso come il suo.
Spesso anche "rinomati" urologi continuano a richiedere gli stessi esami che si richiedevano 20-15-10 anni fa per uno schema mentale per cui ogni problema urologico doveva avere una urografia.Oggi è un esame che si fa con estrema parsimonia.
Le riconfermo quanto già detto, torni dal suo Medico o dall'Urologo che la aveva studiata "sostanzialmente in maniera corretta" sin dall'inizio
Non abbia "fretta" di guarire !!!!
Cari saluti