Utente 235XXX
Salve,sono un ragazzo e ho 18 anni, poco tempo fà mi è capitato di leggere alcuni testi e documenti sulla sindrome del "testicolo in ascensore".Ho dato importanza alla cosa dato che anche io penso di esserne affetto.Penso perchè non ho mai effettuato visite a riguardo e soprattutto perchè non gli ho mai dato peso.Quindi la diagnosi ke potreste Darmi credo possa essere alquanto blanda.Il mio sintomo è che durante un erezione o durante un "eccitamento" il testicolo dx tende a salire verso l'addome e a volte, credo, ad entrare nella cavità presente alla base del pene.Tuttavia tutto ciò non mi ha mai dato alcun fastidio, e durante tutti i miei rapporti non ho mai avuto nessun tipo di problema.é per questo ke non ne ho mai tenuto conto.Ora leggendo i vari consulti , mi sono un pò fatto un'idea di ciò ke petrebbe essere anche se non ho avuto alcuna delucidazione riguardo quello ke a questo punto dovrei fare.Nella mia Ignoranza nn posso giungere però ad alcuna conclusione, allorchè le uniche due ipotesi che mi vengono in mente sono state quella di stare "tranquillo" e nn fare 1 bel niente ( dato che non accuso nessun tipo di dolore o fastidio) oppure di sottopormi a qualche visita specialistica.Grazie dell'attenzione, attendo Vostre risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 23582,

relativamente al testicolo in ascensore ci sono atteggiamenti medici diversi.
Comunque sarebbe opportuno che lei si faccia visitare da un medico o da uno specialista per valutare se esistano le indicazioni ad accertamenti più approfonditi.
esistono strutture pubbliche e private
Ne parli con il suo medico di Casa e con i suoi genitori
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che Lei, POTREBBE, e sottolineo POTREBBE, presentare quella che gli Autori Anglosassoni hanno ribattezzato "sindrome del testicolo in ascensore". Direi che questa definizione di per sè rende bene l'idea.
In altri termini il Suo testicolo risale in maniera abnorme verso l'alto in direzione del canale inguinale. Questa risalita può avvenire casualmente, dopo i più svariati stimoli o in determinate condizioni o posizioni (esposizione al freddo, alla guida della moto o dell'auto, durante il sonno, durante l'attività sportiva, durante l'atto sessuale). Le cause sono da scrivere almeno grossolanamente a tre condizioni:
1) particolare lassità o mancanza dei normali meccanismi anatomici di fissaggio del testicolo nello scroto.
2) un funicolo spermatico (il funicolo sospende il testicolo nello scroto) particolarmente breve.
3 Una ipertrofia (aumento di sviluppo) del muscolo cremastere che, già di norma, provvede al corretto movimento del testicolo nello scroto.
A parte il fastidio, che può essere benissimo assente o talvolta però divenire notevole, il vero rischio è che muovendosi bruscamente, il testicolo vada incontro ad una sub-torsione o ad una torsione vera e propria. In questo caso il pericolo di perdere l'organo interessato è notevole, a meno di non riconoscere tempestivamente la complicanza ed intervenire chirurgicamente d'urgenza.
Comprenda le difficoltà di parlare di questi argomenti senza avere davanti il malato. Spero di essere stato comunque chiaro.
Per concludere. Visita specialistica e diagnosi.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un felicissimo, sereno e prosperoso Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO