Utente 122XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 31 anni, diabetico tipo 1 da 3 anni (e celiaco da 8!).
Premetto che sono molto ansioso, questo dopo la diagnosi di diabete 3 settimane dopo la quale ho avuto il primo attacco di panico della mia vita!
Da allora soffro di disturbi d’ansia, anche se a volte ho paura di avere qualcosa d’altro e di grave, ipocondriaco insomma!
La scorsa settimana ho effettuato l’elettrocardiogramma di controllo con esito:
ritmo sinusale, bbdx focale, anomalie aspecifiche del recupero ventricolare.

Subito allarmato ho chiesto alla cardiologa che firmava i referti e mi dice che non è nulla.
Il giorno dopo prenoto subito una visita cardiologica, in cui vengo visitato e sottoposto ad un elettrocardiogramma più approfondito con esito simile al precedente credo :
lieve ritardo del recupero ventricolare destro (blocco incompleto branca destra).

Il cardiologo dice che non è nulla, e che la cosa non ha niente a che vedere con il diabete o la celiachia e di stare tranquillo, senza necessità di ulteriori accertamenti.
Premetto che nei precedenti ecg non era stato rilevato nulla di anomalo (credo!), tranne qualche “battito in +” 3 anni fa, a seguito del quale feci un holter risultato nella norma.
Il mio diabete è molto ben compensato, l’emoglobina glicata ritirata 10 giorni fa è pari a 5.6, ed è sempre rimasta a questi livelli dall’inizio della terapia insulinica.

Vorrei chiedervi se secondo Voi posso davvero stare tranquillo perché da quando ho avuto questa notizia sono preoccupato, ho iniziato a farmi autodiagnosi da internet e me le sento tutte! Dal giorno dell’ecg infatti mi sento quasi come se mi mancasse l’aria o il respiro quando parlo, una sorta di “nodo alla gola”, mangio senza appetito e continuo a pensare alla cosa!
Attendo un Vostro gentile parere che, spero, possa tranquillizzarmi definitivamente.

Cordiali Saluti.
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il reperto elettrocardiografico di blocco di branca dx incompleto, è la più comune benigna anomalia elettrocardiografica presente nella popolazione giovanile di nessun significato clinico. Stia pure tranquillo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dott. Martino,
grazie mille per la Sua rapida e “rincuorante” risposta.
Le chiedo un’altra informazione se può rispondere: il blocco incompleto di branca destra, il lieve ritardo ventricolare destro, il bbdx focale e le anomalie aspecifiche del recupero ventricolare sono “la stessa cosa”?
Posso stare tranquillo su tutte?

Quello che mi lasciava perplesso era che 2 anni fa questo blocco incompleto non c’era, e quindi ho paura fosse sintomo di “peggioramento” (ho letto cose sull’embolia e altro e mi sono parecchio spaventato!)!
Quindi anche secondo Lei non serve indagare oltre?

I sintomi che a volte sento (mi rendo conto soprattutto in situazioni o momenti per me ansiogeni) tipo respiro “strano”, cuore che fa “dei rumorini interni”, a volte sobbalza o “perde il battito” (raramente), sensazione di un vuoto toracico a volte, sono da imputare alla mia ansia?

Grazie ancora Dottore per il prezioso servizio che offrite.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Stia tranquillo è tutto ok. Le dizioni sopraelencate stanno ad indicare lo stesso disturbo fisiologico.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dottore.

La Sua risposta e il fatto che anche secondo Lei non serve indagare oltre all'elettrocardiogramma, mi fa stare già molto meglio!

Grazie ancora e buon lavoro!