Utente 121XXX
Buongiorno.
Innanzi tutto grazie per la possibilità che mi date di fare delle domande.
Voglio farle una domanda semplice semplice. Almeno credo lo sia.
Aver fatto la circoncisione tardi, dopo i vent'anni, può non aver sviluppato il pene in modo normale?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la circoncisone riguarda esclusivamente il prepuzio per cui non modifica alcunchè.
[#2] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto grazie per la risposta.
Se è come dice lei, allora perchè quando è in erezione la pelle tira parecchio? e alcune volte quando è in erezione totale sembra più piccolo di quando l'erezione non è totale? E in questo caso la pelle tira parecchio.
Le chiedo già scusa per la prossima domanda che le farò, magari per lei sarà una domanda stupida, ma glie la faccio lo stesso. E' normale che, quando è in erezione, nella parte bassa del pene, molto bassa, non sò come si chiama la zona, è sotto i testicoli, all'interno del corpo, ci sia un pezzo di pene?
Chiedo scusa, ma non ho trovato le parole adatte per spiegarmi bene. spero mi abbia capito lo stesso.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il pene è attaccato all' osso pubico del bacino per cui è normale sentirne un pezzo all' interno del corpo. Se tira la pelle magari è da rivedere la situazione con il collega che l' ha operata. Ribadisco che quella operazione di per se non altera le misure del pene.
[#4] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Và bene.
Grazie di tutto, è stato molto gentile.
Buona serata.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Cavallini, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=95069

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Andrò a leggerlo sicuramente.
Grazie.
Buona giornata.