Utente 122XXX
Egregi dottori,
una settimana fa mi sono recato al pronto soccorso sotto il consiglio del medico di famiglia che mi aveva diagnostivato un ascesso coccigeo. Al pronto soccorso mi hanno praticato un incisione con scarsa secrezione purulenta. Oggi, dopo numerosi impacchi di acqua e sale, la ferita si è rimarginata ma la sporgenza interglutea c'è ancora. Premetto che, il giorno che mi è uscita la sporgenza ero rimasto seduto per un lungo tempo ed ho sudato molto. Si tratta di ciste sacro coccigea o solo di un'infezione causata dall'abbondante sudorazione? E perchè la sporgenza dopo l'incisione non se ne è andata?
Grazie, distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Si tratta di un ascesso, se dobbiamo stare a quello che le hanno detto (e fatto) al Pronto Soccorso. Adesso e' il momento sbagliato per prendere una decisione e/o fare una diagnosi precisa, perche' le strutture sono interessate da un processo flogistico che va prima di tutto curato, come mi pare stia gia' facendo.
Quando non avra' piu' i segni clinici della fase acuta sara' invece opportuno farsi visitare da un Chirurgo, che possa verificare appunto l'eventuale presenza di una cisti sacro-coccigea ed eventualmente proporle le terapie piu' adatte al suo caso.
Cordiali saluti