Utente 236XXX
Gentili Dottori,ho 48 anni e per caso mi sono accorto di avere nell'arco della giornata variazioni della pressione arteriosa,al mattino verso le 9 è 135/80 alle 14 è 150/90 ed alla sera sale a 160/95,la sto controllando da circa un mese con un misuratore da polso Medicura,inoltre soffro,durante la giornata di un forte intontimento con difficoltà di concentrazione,il mio medico dice che per ora non è necessario assumere farmaci.Da alcuni anni inoltre ho difficoltà a dormire bene di notte,non ho nessun problema ad addormentarmi,di solito verso le 22,sonno profondo fino alle 3,30 poi mi sveglio e per riuscire a riaddormentarmi sino al mattino ricorro a 4-5 gocce di Minias.Sono fenomeni correlati? Grazie Marco

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Pascale
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Per prima cosa é necessario effettuare una serie di indagini volte a capire la natura di questa variabilità pressoria :
1) misurazione accurata della pressione arteriosa
2) esami ematici
3) controllo del peso corporeo
4) visita oculistica e fondo oculare
5) Esame Holter pressorio
6) E.C.G. + Ecocardiografia
7) ecoDoppler carotideo e dell’aorta addominale

Se gli esami escludono un danno di "organo" e confermano una Ipertensione arteriosa "labile" é opportuno indagare allora sugli aspetti ansiosi-depressivi verosimilmente sottostanti alla sintomatologia riferita dal paziente. La mia impressione personale, al di la di non conoscere nulla del paziente quanto al suo "habitus" fisico e psicologico, mi fa propendere per una patologia di tipo ansioso-depressivo sulla scorta della sintomatologia riferita.
Auguri di Buon Anno

Ernesto Pascale

[#2] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Mi permetto solo di aggiungere, alle raccomanazioni che le ha fornito il collega, un consiglio che probabilmente potrebbe essere fondamentale nel suo caso.
Anche se non bastano dei valori pressori di un'unica giornata per definire il profilo pressorio, comunque dai valori da lei forniti potremmo definire la sua, una situazione di ipertensione "borderline".

Numerosi studi hanno dimostrato che una regolare attività fisica (in particolar modo attivita' aerobica), l'abolizione del fumo di sigaretta, bevande alcoliche e caffè, una dieta povera di sale, e la riduzione del proprio peso corporeo (qualora in eccesso) possono ridurre i valori pressori sino a 10 mmHg. Tale riduzione e' sufficiente nei casi di ipertensione lieve e borderline. Mediante tali accorgimenti si soprassiede all'utilizzo di farmaci, e si porta giovamento al proprio benessere psicofisico.

Auguri di buon anno

Gabriele
[#3] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2006
Gentili dottori,innanzitutto Vi ringrazio per le vostre gentili risposte,vorrei aggiungere alcune cose in merito alla mia situazione e porVi alcuni ulteriori quesiti.
Non sono fumatore,non prendo caffè (solo saltuariamente)non faccio vita sedentaria (ma neanche palestra)sono praticamente a peso forma (187cm x 90kg),ho gli esami ematici regolari,solo la glicemia è 125 ma è un fattore ereditario,mia nonna era diabetica,(da anni è stabile da 110 a 125)il colesterolo è 220 e l'hdl 70,trigliceridi 55 e transaminasi al limite del valore normale.
Volevo aggiungere che il senso di intontimento giornaliero e la difficoltà di concentrazione è accompagnato da mal di testa specialmente in concomitanza con i pasti.
Alcuni anni fa ho fatto una gastroscopia che ha evidenziato una gastrite cronica con la presenza di tre ulcere gastriche (di cui due cicatrizzate)e la biopsia ha appurato anche l'esistenza dell'elicobacter pylori;ho eseguito la terapia di eradicazione con esito positivo e da allora non ho più avuto forme di reflusso gastrico o difficoltà digestive.
E' possibile che tutto il mio malessere generale (variazione pressoria,difficoltà a dormire,stato ansioso)possa essere correlato a problemi di stomaco(ritorno dell'elicobacter)?Esiste un esame meno invasivo per appurarne la presenza?Farei bene a fare un check up completo e se sì dove mi consigliate di rivolgermi?
Grazie ed auguri di buon anno.
Marco