Utente 214XXX
Gentili dottori, e' dal 2002 che combatto con una allergia al nichel localizzata in principio solo alle mani e lenita con creme della bio nike (lenil + e triderm 5), col tempo ho accusato gonfiore di un solo occhio , poi di entrambe e talvolta ho un edema sul volto intero, sto assumendo zirtec,ma attualmente non da' grandi risultati poiche' sono due giorni che mi sveglio con un accentuato gonfiore agli occhi. Pensavo che il gesso fosse la causa scatenante del mio problema , poiche' insegno, ma ora stando in vacanza e continuando ad avere il problema non ne sono piu' convinta. Devo anche segnalarvi che due giorni prima che mi diplomassi ,episodio risalente a circa 15 anni fa, mi sono autoprovocata un'orticaria su tutto il corpo, inoltre è bene che io vi dica di essere una persona molto sensibile. Ho consultato diversi dermatologi ed effettuato :pact test, pric test ed è emerso che sono allergica al nichel, al cobalto, al palladio , al quaternium 15, ho anche fatto dei test specifici per le palpebre , sono risultati negativi. Domamdo: si tratta di dermatite da contatto? Qualora la risposta fosse positiva vorrei saperne di piu'.Vi ringrazio sin da ora per eventuali rimedi e suggerimenti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Cara amica, presupposta la Sua diatesi allergica, occorre dire che in genere le affezioni cutanee sono espressione di squilibri organici più profondi, responsabili di un esagerato rilascio di istamina e altre sostanze pro-infiammatorie. Valuterei molto bene la funzione epato-biliare attraverso i seguenti esami ematologici:
* ALT, * AST, * ALP, * GGT, * BILIRUBINA TOTALE E DIRETTA, * ELETTROFORESI SIEROPROTEICA.
Mi aggiorni a referti ottenuti. A presto.

Dr. G. Cavallino - www.smige.net
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,

E' probabile una connessione con il Nickel in quella che a tutti gli effetti è conosciuta dai dermato-allergologi cone "eyelid dermatitis".

Le consiglierei comunque di far valutare dal dermatologo un'eventuale associazione con una Dermatite atopica dell'adulto;
è consigliabile anche valutare se necessario con nuovi prick test inalanti ed evntuali RAST il Dermatophagoides farinae e pterunissimus i quali sovente sono co-autori in una dermatite da contatto od atopica.

Nel frattempo sospenda tutti i cosmetici (soprattutto i trucchi, anche quelli cosiddetti "sicuri") e si determini di nuovo con lo specialista, sapendo che ad oggi esistono prodotti non cortisonici in grado di curare molto bene i sintomi espressi da queste situazioni e integratori specifici utilizzati anche a livello sperimentale universitario e di ricerca che funzionano molto bene nelle diatesi allergiche da nickel.

Ultima osservazione:

- ho recentemente effettuato una relazione, all'ultimo Congresso Nazionale Dermatologia sul alcuni lavori laboratoristico-clinici riguardanti il Nickel ed il Palladio:

i risultati ci dicono che in caso di allergia al Nickel ed al Palladio assieme (e non separati), confermato da Patch Test, la vera allergia è solo il Nickel, mentre il Palladio è una cross-reazione dovuta alla similitudine molecolare con il Nickel.

Pertanto non si concentri su questa situazione e cerchi di rinnovare una visita specialsitica con i suoi nuovi reperti diagnostici.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo
Servizio di Dermatologia Allergologica Professionale ed Ambientale
Istituto San Gallicano IRCCS, ROMA
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
La risposta del Collega mi ha suggerito di far verificare eventuali presidi protesici odontoiatrici eventualmente subiti. Saluti.