Utente 123XXX
Buongiorno, desideravo ricevere qualche informazione dato che ho appena appreso di soffrire di una completa azospermia.
Io e mia moglie desideravamo avere un figlio e dopo qualche mese di inutili tentativi sono andato ad effettuare uno spermiogramma, che appunto ha evidenziato una completa azospermia.
Il mio medico curante mi ha crudamente comunicato che in caso di azospermia completa non esiste possibilità di reversibilità...
Volevo sapere se questo corrisponde a verità o se effettuando dei controlli e delle visite specifiche è possibile stabilire a casa sia dovuto il problema e se ci sia possibilità di una terapia...
Io vivo a Narni, provincia di Terni, sapete consigliarmi qualche centro specializzato o qualche andrologo in particolare in zona?
Ringraziandovi anticipatamente vi porgo i mie cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
119647

Cancellato nel 2009
Il suo problema credo sia competenza di un Centro di Riproduzion Assistita che le darà sicuramente ogni informazione.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
intanto si accerti che il campione di sperma sia stato letto dopo centrifugazione.
Se confermata la azoosperma di questa ve ne sono due forme: una ostruttiva che dipende da ostruzione delle vie seminali e che prevede il prelievo chirurgico di spermatozoi (si trovano facilmente 90%) dei casi e successiva fecondazione assistita. Esiste una forma non ostruttiva (più frequente) dovuta alla alterazione grave del processo di formazione degli spermatozoi. Questa è reversibile in una minoranza di casi 15%-20%, negli altri bisogna cercare spermazoi dentro il testicolo (si trovano nel 50% dei casi) e poi si procede a fecondazione assistita. Un collega le sarà di aiuto. A livello pubblico conosco il centro di fecondazione assistita dell' ospedale di Perugia, a livello privato il dr. Giulio Biagiotti. Lo trova nel ns. indirizzario.
[#3] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio innanzitutto per la vostra celerissima risposta, per lo meno lo sconforto iniziale lascia spazio a qualche speranza, non prima di aver effettuato i doverosi controlli, ho già contattato lo studio del prof. Biagiotti, che mi ha già fissato un appuntamento, una sola domanda, come posso sapere se il campione è stato analizzato dopo centrifugazione? E cosa puo influire il non averlo fatto?

Grazie ancora
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Telefoni al lab. analisi oppure guardi nel referto ci dovrebbe essere scritto. Faccia sapere se vuole.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

se fatta la citocentrigugazione generalmente questa è segnalata nel referto dell'esame consegnato comunque, oltre alle corrette indicazioni date dal collega Cavallini, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=19850.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemedra.com