Utente 236XXX
salve,
io ho un'incurvatura verso il basso del mio pene, trovo difficoltà nel momento della penetrazione, dopo che essa avviene per me è tutto regolare, riesco comunque ad avere un rapporto normale, vorrei sapere se ciò è regolare o se deve essere in qualche modo corretto.
In questo caso vorrei sapere se posso rivolgermi ad un istituto pubblico o privato, in cosa consiste l'operazione (se di ciò si tratta), io sarei disposto anche ad inviare delle foto per rendere il problema più chiaro.
E se devo rivolgermi ad uno specialista se potete consigliarmi uno nella zona di Bologna.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a mio modo di vedere Lei è stato chiarissimo. Non credo vi sia bisogno di fotografie ulteriormente chiarificatrici. Il problema della curvatura peniena che sembra intravvedersi potrebbe essere "border line" ai fini di un trattamento chirurgico correttivo. Le tecniche a disposizione sono diverse e la loro precisa indicazione non può prescindere dal caso specifico. Come Lei ha intuito è assolutamente necessaria una visita di controllo specialistica. Può benisisimo, se lo desdiera, rivolgerso agli ambulatori di Urologia e/o Andrologia Chirurgica del Policlinico Universitario di Bologna, di certo uno sei migliori Centri qualificati d'Italia.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un felicissimo, sereno e prosperoso Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Tommaso Corvasce
24% attività
0% attualità
0% socialità
ACCADIA (FG)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, se il grado di incurvamento e'maggiore di 40° e cio' (dopo aver valutato prima il tutto dopo esame specialistico) le rende difficili i rapporti credo sia consigliabile un intervento di corporoplastica di raddrizzamento previo isolamento del fascio nerveo-vascolare dorsale. tuttavia voglio rammentarle che tale intervento accorcia di circa 15 mm la lunghezza anatomica del suo organo. se vuole puo' contattarmi in clinica (Ospedali Riuniti Foggia Urologia Universitaria al n. 329-6271775). arrivederci !
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con il collega Martino credo che più che il grado di curvatura sia importante la capacità o meno di penetrare
le metodiche chirurgiche sono diverse da scegliere adattandole al caso specifico
[#4] dopo  
Utente 236XXX

Iscritto dal 2006
ma, la penetrazione comunque avviene regolarmente, anche se solo all'inizio provo difficoltà. questo non esclude il fatto che comunque potrei avere un' incurvamento del pene, anche se lieve, giusto? oppure se la penetrazione avviene vuol dir che non c'è nulla di preoccupante? può essere un sintomo il dolore che a volte ho, ultimamente più frequente, sopra al testicolo sx, comunque non nella sacca ma più a sinistra del pene?
grazie
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
certo, è proprio quello che stiamo tentando di porre alla Sua attenzione. Avere un incurvamento penieno non significa necessariamente dover ricorrere ad un intervento chirurgico di correzione. E' proprio la dinamica e la gratificazione del rapporto di penetrazione che risluta dirimente ai fini dell'indicazione operatoria. Lei può avere un incurvamento ma splendide erezioni e gratificanti (per Lei e per il partner) penetrazioni sia vaginali che anali: perchè sottoporsi all'intervento? Con tutti i rischi generici, specifici, complicanze e sequele possibili?
Questo è quanto.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO