Utente 123XXX
Salve,
sono una ragazza di 20 anni; e sono all'incirca tre settimane che sto male.
Un giorno mi sono recata dal medico di famiglia per delle fitte al cuore,così lui mi misura la pressione e mi prende pure i battiti incredulo ripete l'operazione sul lettino facendomi stendere.
Mi dice che avevo 100 battiti al minuuto fissi, e che non era normale, dato la mia giovane età e che non avevo fatto nessuno sforzo. mi die di stare calma e tranquilla e se sto ancora male di ritornare.
Dopo tre giorni torno dal dottore sto più male di prima le fitte al petto sono sempre di più e sono più dolorose, e inoltre mi faceva male anche il bracio sinistro incostantemente;allora mi riprende la pressione misura i battiti e sono sempre 100 allora mi fa ECG che ha mostrato una tachicardia sinusale e mi dice che potrebbe essere un problema legato alla tiroide.
Vado dall'endocrinologo gli spiego la situazione, vede le analisi per la tiroide pescritte dal dottore, dice che sono alte ma stanno nei limiti.
L'endocrinologo dice che secondo lei è un problema cardiaco e mi dice di andare dal cardiologo, inoltre sente i battiti e mi dice si sei tachicardica.
Io non sono agitata in questo periodo ne nervosa,il mio umore e lo stesso; il problema è che qui nessuno sa come curarmi, ogni medico mi dice di andare da un'altro..
Ho smesso di correre perchà in tardo pomeriggio d'estate vado a correre perchè mi sento troppo male allora cammino, ma le fitte le ho lo stesso e mi sento veramente male.
Cosa mi consiglia di fare? Ci sono delle analisi che potrei fare per
migliorare la situazione?
La ringrazio anticipatamente per il disturbo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Il ritmo cardiologico normale, per definizione è un ritmo sinusale (come il suo), con una frequenza variabile tra i 60 (al di sotto di tale valore si parla di bradicardia) e i 100 (al di sopra di tale valore si puo' parlare di tachicardia) battiti al minuto.
Cosi' comincio a tranquillizzarla, poichè il suo valore è ancora ai limiti superiori della norma.
Se lei aggiunge il caldo di questi giorni, l'ansia della visita del medico, è abbastanza normale in una giovane donna trovare tali valori durante una visita cardiologica.
Le fitte invece difficilmente, soprattutto in una donna della sua età sono da imputare ad un disturbo cardiologico, tanto piu' che l'ECG eseguito non segnala alterazioni patologiche.
Escluda con un esame del sangue una possibile anemizzazione (magari da ciclo mestruale?), beva piu' acqua, per incrementare il volume di sangue che con il caldo tende a concentrarsi facilitando l'accelerazione del battito cardiaco ed elimini (se presenti) le sostanze che possono determinare tachicardia (fumo, alcol o altre sostanze eccitanti).
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
ormai ho la tachicardia da quasi 3 mesi, e non è ancora passata; molto presto ho una visita cardiologica.
Non so se la tachicardia è aumentata poichè non sono stata più dal medico a vedere quant'era.
E' vero come dice lei che la tachicardia è nei limiti, però il medico di famiglia è un pò proccupato di tutto ciò.
Moto più spesso ho fitte al petto ed alle volte durano anche molto non so se è normale.
Premetto che non fumo, bevo alcool molto raramente, non prendo sostanze eccitanti e bevo tantissima acqua.

[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Aspettiamo la ormai visita cardiologica, ma le confermo che alla sua età un problema cardiologico serio è en'evenienza estremamente rara.
A disposizione per ulteriori consulti