Utente 119XXX
Buongiorno a tutti i medici interessati al mio problema.
sono una ragazza di 21 anni con lesioni di 3 grado all esofago e 4 allo stomaco, dovute all'ingestione di acido muriatico del 2 marzo.
Inizialmente i medici hanno optato con il posizionamento di protesi fino al piloro, per evitare di intervenire chirurgicamente. Ma tale tentativo è risultato inefficace, per cui i medici hanno realizzato che l'intervento di asportazione dell'esofago e dello stomaco è l'unica soluzione al mio problema.
In questo periodo sono a casa e nell'attesa che si stabilizzi la situazione prima dell'intervento mi nutro attraverso un tubicino posizionato nella prima parte dell intestino (scusate ma non ricordo il nome). Ad ottobre tornerò presso la clinica, per valutare se è giunto il momento di operare o no.
La domanda che vi porgo riguarda le possibili complicanze post intervento, i malori e i disagi ai quali andrò in contro e le possibilità e i tempi per tornare a condurre una vita normale. Vi ringrazio e mi scuso in anticipo per il linguaggio medico poco appropriato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signora
coma già detto nel precedente consulto si tratta di un intervento di ricostruzione molto delicato che permette la sostituzione dell'esofago e dello stomaco con un tratto di colon.
Le possibili complicanze sono quelle di qualsiasi intervento chirurgico magari un po' più complesse per la necessità anche di attraversare il torace.
Evito tuttavia di elencargliele solo perchè è corretto che sia il chirurgo che la opererà ad illustrargliele.
Una volta guarita potrà riprendere una normale vita facendo attenzione ad effettuare piccoli pasti durante la giornata ed evitarne di abbondanti non avendo più lo stomaco.

Cordiali saluti