Utente 123XXX
Nell'anno scolastico 2008-09 ho avuto una serie di contratti continuativi (4) dal 3 ottobre all'11 giugno, sempre per la stessa scuola e la medesima classe, come insegnante di sostegno supplente di una collega in maternità.
L'8 aprile (durante le vacanze di Pasqua) sono stata ricoverata d'urgenza per isteroannessiectomia bilaterale, e sono rimasta in ospedale fino al 16 aprile. Poi a casa in convalescenza fino al 23 maggio.
La segreteria della scuola ha fatto al Ministero una "segnalazione di riduzione degli assegni del 50%" per tutto il periodo di malattia, ricovero compreso.
Vorrei sapere se l'intervento che ho subito è da considerarsi malattia invalidante, poichè in tal caso dovrei avere gli assegni interi. Il mio medico non ne è sicuro, e neppure i suoi colleghi ci hanno saputo illuminare sulla questione. Aggiungo che ero in età fertile (46)e che la causa dell'intervento è stata la presenza di fibromi e conseguenti emorragie.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia
28% attività
8% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Egregia sig.ra,
il suo periodo di assenza dal lavoro, ai sensi del CCNL della scuola, non rientra tra le patologie gravi o malattie invalidanti (sono considerate tali solo le patologie neoplastiche maligne o altre gravi patologie) e pertanto non ha diritto ad alcuna agevolazione o beneficio.