Utente 191XXX
Buongiorno a tutti!
vi spiego brevemente il mio caso:sono un ragazzo di 24 anni,con condizioni di salute a mio avviso ottime,opertato di cisti sacrococciegea con 2 fistole il 10/10/2006. L'intervento è stato svolto con tecnica aperta e chiusura per seconda intenzione,e dopo numerossisime medicazioni mi ritrovo ancora oggi ad avere un buchetto largo circa mezzo centimetro e profondo 2( a quanto dice l'infermiera).Come mai non si è ancora chiuso? rischio di dover subire un qualche altro intervento per "aggiustarlo"?E' possibile che le infermiere abbiano sbagliato qualcosa nelle medicazioni visto che il chirurgo non era mai presente?
Grazie per la cortese attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Credo che l'evoluzione della ferita si stia svolgendo nei limiti temporali consueti. E' un pò presto per trarre conclusioni pessimistiche.
[#2] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
l'importante è che dall'orificio non fuoriesca pus. Se la ferita non è infetta il processo di guarigione prevede tempi piuttosto lunghi.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it
[#3] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Ringraziando tutti per la cortese attenzione e la celere risposta,
per quel che riguarda la risposta del Dott. Nicastro faccio presente che la ferita non ha mai smesso di spurgare e le sue condizioni, a detta delle infermiere, sono buone: è rosa e bella pulita..
E' un problema che spurghi ancora?
[#4] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Se le secrezioni sono sierose è tutto normale, se dall'orificio fuoriesce un liquido cremoso e maleodorante, appunto pus, bisogna prendere gli opportuni provvedimenti.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it
[#5] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mo Dott. Nicastro,
appurato(per il momento solo da me grazie alle sue indicazioni) che dalla ferita esce pus, cosa intende per "opportuni provvedimenti"? Esiste anche remota la possibilità di un nuovo intervento chirurgico?
[#6] dopo  
Dr. Attilio Nicastro
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Il mio consiglio è di fare una visita con il chirurgo per valutare se il "forellino" rappresenti la fase finale della cicatrizzazione per seconda intenzione o piuttosto un tramite fistoloso. In questo caso è opportuno decidere per un reintervento chirurgico.
Auguri
Dott. Attilio Nicastro
www.attilionicastro.it