Utente 115XXX
BUONGIORNO, 4 MESI FA' FECI LA PRIMA GASTROSCOPIA RISCONTRANDO UN'ULCERA DUODENALE ED IL VIRUS HP. FECI LA CURA, MA IL DOLORE NON PASSO', ALCHE' MI FECERO FARE UN'ALTRA GASTROSCOPIA RISCONTRANDO NUOVAMENTE LA DUODENITE. QUINDI MI FECERO PRENDERE NUOVAMENTE L'ANTRA PER 3 MESI. SETTIMANA SCORSA ERO ANDATO A FARE LA VISITA E MI AVEVANO RISCONTRANO UNA PICCOLA ERNIA JATALE + ESOFAGITE. IN OSPEDALE NON MI AVEVANO DETTO NULLA DI CHE, SOLO DI MANGIARE LEGGERO E DI CONTINUARE CON L'ANTRA. IL MIO DOTORE MI DICE CHE NON HO NULLA DI GRAVE E CHE DEVO CONTINUARE CON LA CURA PRESCRITTA DALL'OSPEDALE. LA MIA DOMANDA E': E' POSSIBILE AVERE DOLORI FORTI SIA A STOMACO VUOTO CHE PIENO...FATICA A DIGERIRE,PESANTEZZA...ED ALITO CATTIVO CON LINGUA NEL RETRO CON MUCOSA TRASPARENTE E BIANCA?=!?!?! IO SONO DAVVERTO STANCO..DEMORALIZZATO SIA FISICAMENTE CHE MENTALMENTE...QUALCUNO DI VOI PUO' DARMI UN CONGISGLIO SU COSA FARE?!DEVO CONTINUARE A PRENDERE FARMACI CHE NON MI DANNO ALCUN BENEFICIO?! IL DENTISTA MI DICE CHE LA MIA BOCCA E' A POSTO...L'OTORINO MI DICHE CHE SONO IN FORMA...E ALLORA COS'HO!!! PER FAVORE SE AVETE INFORMAZIONI UTILI A RIGUARDO E CONSIGLI SU COSA FARE, VE NE SAREI UMILMENTE GRATO. UNA BUONA GIORNATA A VOI.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
L'ernia iatale non si cura: si puo' soltanto trattare chirurgicamente. E' tuttavia consigliabile operare soltanto quando la terapia con i PPI (i farmaci che sta gia' assumendo) non riesce a tenere sotto controllo gli effetti derivanti dall'ernia, cioe' il reflusso e l'esofagite. Conviene dunque continuare ad effettuare questa cura per un certo periodo di tempo (qualche mese o secondo le prescrizioni del suo Medico), associando alcune importanti "norme" dietetiche e comportamentali. Se proprio non c'e' alcun miglioramento puo' contattare un Chirurgo che si occupa di Laparoscopia nell'Ospedale piu' vicino per una Visita Specialistica, al fine di valutare le opportunita' offerte dalla metodica della Funduplicatio.
Cordiali saluti