Utente 227XXX
Egr. Dottori,
ho 32 anni e in occasione della mia prima gravidanza, ho eseguito una consulenza cardiologica con ecg. Da quest'ultimo, è stato evidenziato un "blocco completo di branca destra". Non è la prima volta che effettuo un elettrocardiogramma, ma prima di adesso non mi era mai stato diagnosticato nulla.Il cardiologo mi ha detto che dovrò eseguire un ecocardiogramma al 6° mese di gravidanza (ora sono al 4°) per valutare la situazione.
Non nascondo la mia ansia... anche perchè non ho ben capito cosa sia un blocco di branca destra!Si tratta di una patologia grave? Può comportare problemi al bambino?
Attualmente avverto continua tachicardia, soprattutto dopo i pasti le mie pulsazioni arrivano a 100-105 battiti al minuto, mi viene il fiato corto e devo rimanere sdraiata per un pò. Secondo Voi tutto ciò dipende da questo blocco?
Vi sarei grata se poteste chiarirmi questi dubbi e consigliarmi su eventuali ulteriori esami da effettuare. Grazie e buon anno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Pascale
20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Durante la gravidanza il cuore va incontro ad un aumento costante del suo lavoro, sia per l'incremento del volume del sangue circolante, sia per l'innalzamento della frequenza cardiaca. E' facile avvertire palpitazioni ed affaticamento e polipnea (aumento della frequenza respiratoria).Il blocco di branca destro è un disturbo della conduzione dell’impulso “elettrico” che genera la contrazione del cuore: esso non passa contemporaneamente, come di norma, dall’atrio destro ad entrambi i ventricoli, ma prima si propaga al ventricolo sinistro e quindi, con un lievissimo ritardo (millesimi di secondo) al destro.Ciò detto è evidente che la tachicardia ed "il fiato corto" non dipendono assolutamente dal blocco di branca destra che normalmente nei soggetti sani é del tutto asintomatico.
Il consiglio é quello di procedere come le é stato consigliato ad una Ecocardiografia magari anticipata e di non preoccuparsi in quanto la sintomatologia da lei descritta é perfettamente in linea con una Gravidanza fisiologica. Infine, nessun problema per il bambino!
[#2] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Concordo con il collega,...

Nel nostro sistema di conduzione elettrico cardiaco, che genera l'impulso al quale seguira' la contrazione del cuore, esistono vari fasci nervosi che fanno propagare l'impulso nelle quattro camere cardiache (dagli atri ai ventricoli); i fasci nervosi che propagano l'impulso nel ventricolo destro vengono definiti con il termine"branca destra".
Quando ci si trova di fronte a segni elettrocardiografici di un blocco destro non necessariamente vi e' un blocco totale della conduzione nella branca destra (ovvero i fasci nervosi che innervano il ventricolo destro), ma indicano solamente che i ventricoli vengono attivati da un impulso proveniente dalla branca sinistra, meno vulnerabile perché e' più estesa.
E' per questo motivo che spesso tale disturbo viene chiamato ritardo di conduzione sulla branca destra.
Tale ritardo di conduzione destro implica nella maggior parte dei casi un evento parafisiologico (idiopatico), in alcuni casi e' associato a ingrandimento o sovraccarico ventricolare destro (quest'ultimo evento comune anche nelle donne in gravidanza).

Giusto eseguire un Ecocardiogramma.

...Auguri per un felice anno nuovo...

Gabriele
[#3] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
Gentili Dr. De Masi De Luca e Dr. Pascale,
Vi ringrazio di cuore per le sollecite ed esaurienti Vs risposte.
Un ultimo dubbio: l'ecocardiogramma (indicato dal dr.De Masi De Luca) e l'ecocardiografia (indicato dal Dr.Pascale) sono sinonimi?
Buon anno anche a Voi.
[#4] dopo  
Dr. Gabriele De Masi De Luca
24% attività
0% attualità
0% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
...si...!
[#5] dopo  
Dr. Massimo Scorretti
24% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile signora, il blocco di branca destra è un disturbo della conduzione dello stimolo elettrico all'interno del cuore che non è tutto sommato cosi raro, anzi. faccia il controllo ecocardiografico per tranquillità, ma non tema non corre alcun tipo di pericolo. Quando avrà portato a termine la gravidanza, se lo vorrà, potrà eseguire un ECG dinamico (Holter) per osservare lo stato elettrico del cuore nel corso delle 24 ore. Utile sarebbe il conoscere (caso mai se avesse un precedente ECG) quando questo blocco di branca destra ha fatto la sua comparsa. Se ha notizie più precise in merito mi faccia sapere.
Un saluto
Massimo Scorretti
[#6] dopo  
Utente 227XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dr.Scorretti,
grazie per la Sua risposta. Il cardiologo che mi ha visitato 4 mesi fà,ha notato che questo disturbo era presente anche in un elettrocardiogramma eseguito nel 2002, ma non era stato enfatizzato dallo specialista che l'aveva refertato. Negli ecg precedenti tale data non ha notato nulla.
Il cardiologo mi ha spiegato che tale disturbo potrebbe dipendere dalla mia costituzione fisica esile (sono alta 160 cm e pesavo prima della gravidanza 46 kg...ora 47,5 kg)e che nel lungo termine potrebbe provocare un prolasso mitralico. Lei concorda con tale opinione?
Per concludere, non so se è una notizia rilevante, ma sono ipotesa ... nel primo trimestre di gravidanza i miei valori pressori non superavano i 90/50... avevo continui svenimenti e ho dovuto assumenre Gutron gocce due volte al giorno. Ora la situazione sembra alquanto migliorata: 105/60.
La ringrazio ancora per il suo cortese interessamento e La saluto cordialmente, augurandoLe buon anno.