Utente 123XXX
Buon giorno,
ho da poco compiuto 40 anni. Mi sono successi nel giro di 2 mesi 3 episodi di tachicardia notturna. Vado a letto e mi addormento tranquilla, poi improssisamente mi sveglio con tachicadia, una sensazione di pesantezza alla testa e agli arti e un ronzio alle orecchie; stando in piedi o seduta i sintomi sembrano accentuarsi mentre da coricata continuano. Questi attacchi durano all'incirca più di 30 minuti, poi riesco a riaddormentarmi. L'ultima volta 4 giorni fa la mattina successiva mi sono recata dal medico, mi ha sentito il cuore e era OK mentre la pressione era un pò alta anche se nella norma(non mi ha specifiaìcato i valori); il giorno successivo ho misurato nuovamente la pressione 128-83. DI norma la mia pressione è 110-70....Ho paura che capiti di nuoco e soprattutto che sia qualcosa di grave. Il medico non mi ha prescritto alcun controllo reputando questi episodi passeggeri e dovuti a stress e ansia, anche se in questo periodo sono piuttosto calma e tranquilla senza particolari problemi. Cosa posso fare? Come posso intervenire nel caso succedesse ancora?
A fine mese dovrò prendere un aereo, sarà pericoloso? Ho un pò di paura.....Grazie per la risposta. Saluti SB
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, è molto probabile che le supposizioni fatte dal suo curante siano giuste, comunque se vuole essere più sicura sarebbe necessario sottoporsi almeno ad un Holter ECG e ad un prelievo venoso per valutazione di eventuali stati anemici e/o diselettrolitici e della funzionalità tiroidea.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Ringrazio per la risposta; su Vs. suggerimento e per essere più tranquilla, ho deciso di sottopormi ad un prelievo e a visita cardiologica con cardiogramma che farò il prossimo martedì. In questi giorni, sia di giorno che di notte, ho tachicardia, pesantezza alle gambe e alla testa, lievi ronzii alle orecchie e mi sento gli occhi infiammati. Ho misurato ancora ieri la pressione che ha registrato 132-91 battiti 113; Il mio medico mi ha prescritto EN GOCCE per la tachicardia, dovrei prendere 6 gocce almeno una volta al giorno....questo mi aiuterebbe alemeno per la tachicardia? In attesa della visita posso fare qualcosa per alleviare questi sintomi?...a volte specie di notte e in certe posizioni sento proprio il cuore battere.....Sono un pò agitata anche perchè la prox settimana dovrei partire per le ferie....E' una cosa grave? Un'altra domanda: a fine mese dovrò prendere un aereo, è pricoloso con questi sintomi? Ci sono farmaci da prendere per evitare di stare male?
Grazie ancora per il vostro prezioso supporto. Buona giornata!SB
[#3] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
dato che ho fatto i controlli che mi avete consigliato, aggiorno con i referti; prelievi del sangue nella norma tranne colesterolo alto (288) e lieve carenza di potassio (3,47); holter EGC non ha evidenziato nulla di anomalo, niente aritmie ne extrasistoli....quando avevo collegato l'apparecchio però non mi sono capitati attacchi; visita cardiologia, ecocardiogramma ed ecografia non hanno segnalato nessun problema. l'ultima volta che ho avuto un attacco è stato due sere fa....mi sono svegliata di soprassalto verso le 2e15 della notte con difficoltà a respirare, tachicardia, forti ronzii alle orecchie, testa e arti pesanti, mani sudate con dita fredde, piedi freddi e brividi, il tutto è durato circa 30 inuti e piano piano sono tornata alla normalità e mi sono riaddormentata. Il cardiologo mi ha suggerito se non mi passa questa sesazione di fare qualche indagine a livello dello stomaco in quanto potrebbe essere legato al sistema digestivo o a reflussi. Ora di giorno la tachicardia non la sento quasi più, la perssione è tornata ai livelli miei abituali, mi è rimasta solo la sensazione di testa pesante, ronzio alle orecchie e bruciore agli occhi e a volte mi sembra di far fatica a respirare (come se il naso fosse tappato e la gola più stretta). il cardiolo non crede si tratti di attacchi di panico in quanto le 4/5 volte che si sono verificati in questi due mesi sono sempre successi di notte. Come cura mi ha prescritto 7/10 gocce di Lexotan in caso di attacchi e pastiglie di potassio per riprisitnarne il valore. non è preoccupato per il mio quadro clinico e non mi ha prescritto ulteriori controlli cardiologici.
Può davvero essere tutto ricollegato alla digestione o a stati di ansia e stress? In questo periodo non sono sotto pressione e non ho particolari problemi o situazioni difficili, mi sembra di essere tranquilla. Non so come uscirne vorrei solo tornare a stare bene....sabtao andrò al mare spero di gordermi le vacanze e di non avere problemi.
Grazie mille per il supporto.