Utente 123XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 23anni, ho iniziato ad avere rapporti e frequenti(2 al giorno circa + 1-2 volte al giorni di masturbazione) da 3mesi, prima mai! circa 1mese e mezzo fa (dopo un rapporto in un cui ho sentito dolore come se il pene non riuscisse ad entrare,( abbiamo ugualmente continuato ed effettuato due rapporti consecutivi), arrivato a casa ho urinato sangue rosso vivo con presenza di qualche coagulo. Dopo il fenomeno si ripeteva ad ogni breve eccitazione solo se avveniva la fuoriuscita del liquido lubrificante. Una prima visita l'urologo-andrologo (dalla mia anamnesi e unico sintomo la pesantezza nella zona perineale ed ecografia transrettale, testicolare, vescicale e renale) m ha diagnosticato una congestione prostatica e prescritto tavanic e topster per 10gg, senza nessun risultato. Ad un secondo controllo (insospettito dai coaguli causati probabilmente dalle clamidye) mi prescrive solo il minocin 100 per 8 gg.. senza antinfiammatori al termine dei quali non ho + la presenza d coaguli ematici ne sangue vivo, dopo una lunga eccitazione con fuoriuscita di liquido lubrificante(durata 30-60minuti). Dopo una settimana dall'interruzione della terapia in cui ho avuto semplici eccitazioni con uscita di liquido lubrificante senza però emissione di coaguli e sangue alla prima minzione(cosa ke accadeva prima di tale terapia con minocin100) provo ad avere un rapporto con la mia ragazza e all'eiaculazione lo sperma presenta qualche coagulo ematico rosso vivo, ed arrivato a casa non riesco nemmeno ad urinare bene fin quando con la pressione non espello i due coaguli ematici, budinosi di circa 2-3cm…dopo le minzioni successive sono state di nuovo regolari e senza sangue microscopicamente. E’ per caso un processo di via di guarigione?? Devo continuare secondo lei la cura terminata dopo gli 8gg del minocin 100?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
e.mail identica alla sua l' ho già trovata nella mia posta privata e le ho già risposto in quella sede.
Comunque esegua ecografia apparato urinario e tre citologie urinarie, d' accordo col collega che la segue.
Se per caso fosse lei l' autore in entrambi casi la invito a non procedere oltre con questa abitudine, se non lo è mi scuso.
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi,sono lo stesso utente.. non si ripeterà più! Grazie per essere stato cosi gentile e celere a rispondermi.
Ma l'ecografia dell'apparato urinario nn è quella k ho già eseguito al primo controllo in cui m è stata fatta l'ecografia alla vescica, ai testicoli ei reni e alla prostata (transrettale)???
Potrei sapere a cosa servono le tre citologie urinarie??
Che sospetti patologici ha dalle mie anamnesi?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Scusi nonavevo visto: avevo visto solo eco transrettale. Alla sua età le citologie servono solo a vedere che non ci siano infezioni nascoste. E un vecchio trucco per noi vecchi
[#4] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille.. per avermi dedicato parte dei suo tempo. le farò sapere!