Utente 237XXX
gent.mi Medicitalia, da settembre soffro di periodici angioedemi.Inizialmente l'associazione del medico di base segnalava reazione all'uso di sartanici. ma una volta sospesi il fenomno è perdurato. Tranne che nei primissimi casi, l'angioedema si manifesta sempre di notte, con agitazione e successivo gionfiore labbro superiore e mento.In giornata bruciore occhi. Dopo diversi consulti che hanno escluso fenomeni ereditari, dopo la negatività di Helycobacter, mi hanno messo in cura con antistamici e nuovamente cortisonici. ma dopo un mese di terapia, positiva, una volta sospesa, l'angioedema si è riverificato con periodicità quasi settimanale, stretta.Le domande che vi pongo sono queste: può un antipertensivo creare problemi anche dopo lo stop dell'assunzione ( tre mesi di assunzione, stop a fine settembre, ma a gennaio ancora angioedemi)? ecografie all'addome a organi vitali hanno escluso interessamenti ad altri organi, persiste però dolore gastrico laterale antecedente largamente al fenomeno di angioedema e riferito dal medico di carattere nervoso, colon irritabile. Nessuno dei risultati delle analisi aiuta. L'allegologa alla quale mi sono rivolto dice che ci potrebbe volere tempo per ripristinare la situazione, non facilitata dal fatto che sono paziente tiroidectomizzato con tiroide autoimmune e allergico di base ( pesce, ed in una città di mare come La Spezia non è gran cosa, acari, polveri).Avrebbe qualche indicazione da offrirmi e consigli? cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
data l'esclusione di Angioedema ereditario, di solito tali fenomeni sono a volte molto difficile da inquadrare, anche in ambito dermato-allergologico iperspeciaslitico: però nel suo caso esistono talune condizioni da non sottovalutare: tre di preciso:
- la problematica relativa alla sua Tiroidite autoimmune: fattori stressanti possono a volte precipitare fenomeni autoimmunitari (che si automantengono anche previa asportazione dell'organo bersaglio)
- la positività agli acari della polvere ed alimenti (diagnosi da effettuarsi con PRICK E RAST..) non è da sottovalutare in virtà degli episodi notturni (acari soprattutto)valutare la severtià di tali quadri ed eventualmetne predisporre la corretta terapia.
- il farmaco, ma non i sartani : cerchi di ricordare se assieme ai sartani ha utilizzato anche sporadicamente farmaci antiflogistici o farmaci analgesici od antibiotici.

Sappia che studi multicentrici internazionali oltrechè esperienze dirette, confermano anche da solo lo STRESS Psicologico, è in grado di stimolare talune sostanze Neuro-endocrine (come la Sostanza P, il Nerve growth Factor ed altre) in grado di innescare un angioedema.

In ultimo esegua un corretto "FLOGOGRAMMA" per stabilire se esisono condizioni infettive subcliniche.

Cari Saluti.

Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo
Servizio di Dermatologia Allergologica
Istituto San Gallicano, ROMA
[#2] dopo  
Utente 237XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mo dottor Laino,
a seguito dell'attività intensa di lavoro ( giornalista) credo che lo stress non manchi.In quanto all'assunzione di farmaci quelli presi ed associati sono Tareg e Spasmodem somatico, oltre al giornaliero Eutirox 150 mg.Dopo i primi sintomi, il Tareg è stato sostituito da Natrixil, ma perdurando gli angioedemi è stato tutto sospeso. Chiaro che il problema dell'ipertensione rimane, anche aggravata dall'uso dei cortisonici. Oggi viaggio a 105-130 costanti, e la minima non tende mai a scendere. Mi viene sconsigliata però la riassunzione della pastiglia, almeno al momento, o fino ad avere un quadro più nitido. La situazione di sensibilità è piuttosto alta se considera che dopo l'estrazione di un dente, è bastata una mezza pastiglia di Simflex per gonfiarmi il labbro in meno di un'ora. Spero di averle fornito ancora dati. Può invece chiarirmi meglio cos'è un flogogramma?
cordialmente
[#3] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, alla luce del Suo quadro clinico suggerirei il seguente approccio omeoimmunologico:
* ANTI AGE STRESS GUNA - 3 GRANULI SUBLINGUALI 3 VOLTE AL DI'
* NGF 4 CH GUNA - IDEM
* TGF 1 BETA GUNA - IDEM
Può assumere i tre preparati in contemporanea, lontano pasti.
A presto.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Le riconfermo le mie perplessità sull'associazione angioedema-antipertensivi, ed alla luce della sua "estrazione dentaria" rilancio oltre a quanto già menzionato l'ipotesi di eseguire il flogogramma, che consiste in un accurato screening di indagini sierologiche per valutare eventuali infiammazioni-infezioni, oltre a quello di associare un rx dei seni mascellari e paranasali.

Cari Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo,ROMA