Utente 123XXX
Buonasera, ieri sono stata punta da una (o forse più?) zanzara, il che non mi spaventa molto, visto che è un fatto non anomalo per me (in un giorno sono riuscita a ritrovarmi sessanta bolle - rigorosamente contate - solo sulle cosce) non mi sono preoccupata più di tanto. Ho applicato quel liquido roll-on che contiene ammoniaca, si chiama se non sbaglio AfterPick e va utilizzato appena dopo la puntura. Dopo qualche ora ho applicato anche una crema contenente cortisone, comprata in farmacia perchè una precedente bolla si era troppo gonfiata (era sul polso ed era estremamente fastidiosa). Questa sera ho notato che una bolla è diventata abbastanza grossa (ha un diametro di cinque centimetri), molto calda e mi fa male mentre cammino; questa si trova sulla parte bassa della coscia, vicino al ginocchio. Invece un'altra - sempre di ieri - ha un diametro di quattro centimetri circa. Cosa posso fare? Volevo inoltre sapere se questa si può chiamare allergia e se le punture di zanzare provocano shock anafilattico. Ultima cosa, da piccola fui portata in ospedale per una puntura di zanzara appena sopra l'occhio che si gonfiò talmente tanto da coprirmi l'occhio (mi furono dati degli antibiotici).
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Gioia Di Muzio
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Dopo la puntura di zanzara, ove possibile, procederei alla disinfezione dell'area cutanea con acqua ossigenata e poi all'applicazione di creme a base di associazione di corticosteroidi ed antibiotico per alcuni giorni. In questo modo si proteggerà da eventuali sovrainfezioni cutanee che sono frequenti liddove si crei una soluzione di continuità dovuta alla puntura di insetto. Se il prurito fosse molto forte, le consiglio di assumere un antistaminico per bocca, così come di assumere un antibiotico se il gonfiore ed il rossore ed il dolore aumentassero significativamente. Più che allergia alle zanzare gli effetti cutanei sono il risultato dell'irritazione e del rilascio di sostanze irritanti. Normalmente per le punture di zanzare non si verificano reazioni sistemiche tipo shock anafilattico.
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottoressa Di Muzio,
non ho prurito. Però ieri notte, ho appplicato una crema con gentamicina e betametasone ma stamattina ho visto che la bolla sulla coscia ora ha un diametro di sei centimetri.
Lei ha scritto "Più che allergia alle zanzare gli effetti cutanei sono il risultato dell'irritazione e del rilascio di sostanze irritanti" e non ho capito di chi sia il rilascio di sostanze irritanti.
Grazie per la risposta.
[#3] dopo  
Dr.ssa Gioia Di Muzio
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Le sostanze irritanti derivano dall'iniezione del "veleno" che è essenzialmente costituito da sostanze vasoattive, capaci di provocare prurito. ma anche da eventuali lesioni da grattamento.Il rossore deriva da questo, così come il rigonfiamento. Continuerei con la pomata da applicare una volta al giorno per alcuni giorni, può darsi che lei abbia una ipersensibilizzazione che le provoca una reazione abnorme.
[#4] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per le sue delucidazioni. Farò come ha detto.