Utente 114XXX
salve a tutti sono un 30enne di pozzuoli e circa da due anni ho problemi di erezione non ho piu erezioni spontanee o al risveglio ,durante i preliminari non ho erezione ragiungo l'80% se la stimolazione viene fatta direttamente al pene ma subito la perdo appena smette la stimolazione con la masturbazione non c'è propio erezione mi sono rivolto ad un andrologo il quale mi ha sottoposto ai seguenti esami :prlievo , ecopowerdoppler scrotale e pelvico , eslplorazione digito rettale

prelievo

esami richiesti referti valori di riferimento

prolattina 10.8 3 - 17

follitropina 3.3 2 - 15

testosterone 7.11 3.5 - 8.6

psa antigene prostatico 0.90 < 3.0

sex hormone binding 51.0 15 - 55

ecodoppler scrotale

pareti scrotali di regolare spessore , didimo dx - sx in sede , volume testicolare nella norma , epididimi nella norma ,si rileva varicocele sx di 2° gradosarteschi


eco pelvicoaddominale

fegato di dimensioni regolari
colecisti normodistesa e alitiasica
vena porta (9mm) e vie biliari (2mm) di calibro regolari
pancreas nei limiti morfostrutturali
milza non megalica (dl 109mm)
reni in sede di regolare volume
no segni di dilatazione delle vie escretici superiore
no segni di dilatazione aortica significativa
no segni di versamento peritonealeodi discanalizzazione intestinale
vescica modicamente distesa a pareti regolari
prostata di dimensioni regolari (circa 31x32x31 mm) ad ecostruttura leggermente disomogenea con qualche calcificazione amorfa
alla luce di questo l'andrologo mi ha detto che la causa dlla mia disfunzione non è organica ma un blocco mentale terapia cialis 20 due volte a settimana per sei mesi . sono passati i sei mesi ma non ho avito un minimo di miglioramento

quello che io vi chiedo e se è possibile che la causa sia un blocco mentale considerando che ho una partner fissa da 11 anni con la quale non ho mai avuto broblemi ne in genere ne sessuali avendo mediamente 4 rapporti settimanali , non ho broblemi di lavoro ne ho vissuto forti stress ,fino a due anni fa ero un ragazzo felice e soddisfatto cosa ha pototo causare questo blocco?

oppure se non siete daccordo con questa diagnosi cosa posso fare ?
devo fare altri esami ? quali? a chi posso rivolgermi nella zona di pozzuoli?
vi prego aiutatemi sono disperato sto rovinando tutto quello che di bello avevo costruito non mi interessa piu di niente ormai per me questa cosa e di importanza primaria chedo ancora il vosto aiuto e vi ringrazio per il vostro tempo e la gentile attenzione tanti saluti grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,leggendo anche il post precedente,non si evince alcun accerta-
mento diagnostico relativo all'aspetto vascolare dell'erezione (ecocolordoppler penieno dinamico).Credo che sia necessario un approfondimento in tal senso che possa aiutare a comprendere l'impegno psicologico,ormai radicato.
Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
ho dimenticato di dire che come indagie vascolare mi e stato fatta un iniezione intercavernosa di una sostanza vasodilatatore e dopo circa 10 minuti anche non avendo avuto un erezione il medico manipolando il pene mi ha detto che c'era una buona circolazione e dilatazione mi consiglia comunque un ecocolordoppler penieno dinamico
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...una diagnosi vascolare non può essere fatta manipolando il pene dopo una iniezione endocavernosa...
Non vorrei enfatizzare il problema ma,credo,che lo stesso vada inquadrato a 360 gradi e non in maniera parcellare. Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dr Izzo per il suo disinteressato aiuto
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Izzo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com