Utente 123XXX
buongiorno a tutti,spero che qualcuno mi possa aiutare:

circa 2 mesi fa credo di avere preso una scheggia di legno nel polpastrello del pollice.
All'inizio ho cercato di toglierla ma niente e ho lasciato li', tanto non faceva male
dopo qualche giorno mi è esploso un bubbone del diametro di 5mm con uscita di pus ogni tanto ed ancora li'...........
sono andato in ospedale in ortopedia e mi hanno fatto un taglio sopra a forma di croce
mi hanno detto che se c'è qualcosa dentro deve uscire da solo
sto facendo impacchi di ittiolo.. ma non vedo alcun miglioramento
che devo fare???..aiutatemi per favore

grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Non è possibile risponderLe in modo specifico solo in base alla Sua descrizione.
In linea generale la scheggia di legno non è visibile alle radiografie (se non in casi particolari, ad esempio se si tratta di legno verniciato con vernici di certi tipi), e del resto Lei stesso dice "credo di aver preso una scheggia". Non è quindi possibile andare a cercare dentro al polpastrello del pollice una scheggia che non solo non si sa quanto sia grande e dove sia, ma addirittura non si sa nemmeno se ci sia.
Il trattamento che ha iniziato può essere utile perché favorisce la reazione al corpo estraneo e alla sua eliminazione, ma ovviamente fino a che la ferita è aperta.
In alternativa, per vedere qual è la situazione del polpastrello e valutare la presenza di una reazione al presunto corpo estraneo l'unico sistema potrebbe essere una RM.
Provi a rivolgersi a un Chirurgo della Mano (non so indicarLe altro che l'ospedale San Marco di Catania)
Ci faccia conoscere gli sviluppi
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio della risposta
scusi la mia ingnoranza..ma RM sarebbe risonanza magnetica?
vorrei chiederle in base alla sua esperienza,supponendo che si tratti di scheggia, quanto puo' rimanere li' e ci possono essere ulteriori complicazioni?
la ferita è comunque aperta e ogni tanto sanguina
ho fatto anche una cura antibiotica per 5 giorni
grazie
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
1) sì, RM è risonanza magnetica. La colpa è mia: cerco sempre di essere chiaro ai limiti del semplicistico, ma qualche volta mi dimentico...
2) se la scheggia è presente può stare lì per sempre. Non ascolti chi dice che può andare in giro, arrivare al cuore, ecc: sono tutte sciocchezze. Il Suo organismo lo riconosce come un corpo estraneo e può comportarsi in due modi: o lo espelle con una raccolta di pus, oppure lo avvolge in un tessuto fibroso che lo isola dai tessuti circostanti, e lì può restare. Con l'ittiolo si favorisce l'espulsione, con gli antibiotici la si impedisce. Può aiutare l'eliminazione fare dei bagni caldi (ma senza scottarsi!), ad esempio per una mezz'oretta al mattino, e poi applicare l'ittiolo fino al giorno dopo , e così tutti i giorni. E'ovvio che se il dito diventa molto infiammato, rosso, caldo, gonfio, l'uso dell'antibiotico è essenziale.
Prosegua come sta facendo e intanto cerchi un chirurgo della mano
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per la sua disponibilità...

sono già stato dal chirurgo della mano, il quale mi ha praticato una incisione a croce sopra il bubbone e niente piu'
l'incisione si è già rimarginata ed è come se non ci fosse mai stata
il medico di base dice che la RM non serve a niente perchè non fa vedere un eventuale scheggia di legno
sono confuso..non trovo risposte soddisfacendti..
io vorrei farla ugualmente la RM....è l'esame piu' appropriato o c'e' qualcosa altro?

grazie ancora
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
A mio parere la RM fa vedere almeno la reazione alla scheggia, comunque per esprimere un parere bisognerebbe aver visto il dito.
A questo punto torni dal Chirurgo della mano che La sta seguendo in modo da decidere gli ulteriori passi; non cerchi risposte altrove, altrimenti ogni volta che cambia medico riparte da zero.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 123XXX

Iscritto dal 2009
salve,
stamattina sono andato dal dermatologo,il quale ha diagnosticato granuloma piogenico.
Ha praticato il curettage e inviato il tutto all'esame istologico..
ora al posto dell'escrescenza c'e'solo una piccola fossa del diametro cdi circa 5mm e profonda forse 2mm
ora mi è venuto un dubbio.. ma il polpastrello ricresce come prima???
grazie
[#7] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Per rispondere alla sua domanda bisognerebbe aver visto la ferita e anche le modalità di evoluzione verso al cicatrizzazione nei prossimi giorni. Le consiglio quindi di porre allo specialista che La sta seguendo tutte le domande che Le vengono/verranno in mente, comprese quelle che potrebbero scaturire dall'esame istologico, dalla cicatrice, ecc., ecc..
Cordiali saluti