Utente 239XXX
Gentili dottori buone fatte feste innanzitutto.
Sono affetto da ipogonadismo ipogonadotropo.
Ho scoperto la mia patologia nel 1992. Non c'erano spermatozooi nel mio liquido seminale. Dopo vari controlli ho iniziato una terapia nel 1993 con Metrodyn e profasi e dopo un paio di anni i risultati erano molto confortanti (ma purtroppo non ho con me gli spermiogrammi dell'epoca). In quegli anni avevo 18 anni ed ho fatto la terapia per qualche anno e poi l'ho interrotta facendo prima solo il Sustanon per il mantenimento dei livelli ormonali e poi più nulla. Nel frattempo mi sono sposato e sto cercando con mia moglie una gravidanza per cui sono tornato dall'andrologo che mi ha prescritto circa due anni fa una cura di Fostimon 75 (tre iniezioni alla settimana) unito a Gonasi 2000 (due volte alla settimana). Fino ad inizio Febbraio 2006 facevo soltanto due iniezioni di Fostimon 75 alla settimana (sempre unito al Gonasi) poi dopo la visita andrologica mi è stata prescritta una fiala in più alla settimana. I valori ormonali ora sono tutti nella norma.
Sotto riporto il risultato del mio ultimo spermiogramma.
La concentrazione continua a salire (è passato nei mesi da 100.000 x ml a 3.000.000 a 7.000.000 e nell'ultimo a 14.000.000 nel giro di quasi due anni) ma sono preoccupato dal fatto che non ho spermatozoi con motilità rettilinea veloce e poi quelli rettilinei lenti non vanno mai oltre il 20%. Inoltre le forme normali non vanno mai oltre il 20%.
Vi chiedo gentilmente di interpretare questo spermiogramma e se il mio liquido seminale potrebbe essere potenzialmente fertile pur non avendo spermatozoi rettilinei veloci. L'assenza degli spermatozoi rettilinei veloci potrebbe dipendere da anticorpi o cosa?
Nelle indicazioni dello spermiogramma ci sono indicati due esami da fare, MAR TEST e CITOCHINE, di che si tratta?
Grazie infinite e scusatemi per la prolissità.
Sal
_________________________________________________________
PH 8.2 (da 7.2 a 8)
Aspetto: Torbido
Colore: Biancastro
Liquefazione: omogenea
Viscosità: Normale
Volume: 4,2 ml (da 2 a 6)
Concentrazione spermatozoi / ml 14 milioni (> 20 milioni)
Totale spermatozoi 58,8 milioni
Leucociti: Alcuni
Cellule spermatogenesi: Alcune
Materiale lipidico: Assente
Batteri: Presenti
Cristalli: Assenti
Agglutinati: Assenti
Cellule epiteliali: Presenti
Detriti: Presenti
Protozoi: Assenti
Emazie: Assenti
_______________________________________________________________
Motilità (rettilinea + lenta > 25%)
dopo 120 minuti
Rettilinea veloce: 0% 0%
Rettilinea lenta: 20% 15%
Non rettilinea: 40% 40%
Immobili: 40% 45%

_______________________________________________________________
Spermiocitogramma
Forme angolate: 15%
Anomalie testa: 41%
Flagelli isolati: 3%
Forme aflagellate: 1%
Forme duplici: 1%
Forme con flagello avvolto: 12%
Forme immature: 9%
Forme microcefale: 2%
Forme macrocefale: 1%
Spermatozoi normali 19%
Spermatozoi Anormali: 81%
Valori di norma (anomalie < 70%)
_______________________________________________________________

Si consiglia MAR TEST - CITOCHINE.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 23949,

lei rappresenta un bel (!!) caso di ipogonadismo ipogonadotropo che risponde alla terapia con comparsa di spermatozoi in numero abbastanza elevato.
Il problema della fertilità è diverso. A mio parere è molto difficile se non impossibile raggiungere valori spermatici tali da consentirle una fecondazione "naturale".
Quanta terapia e per quanto tempo dovrebbe farla ( inconvenienti, costi, rischi di effetti collaterali...)per ottenere risultati "utili" ??
Si rivolga ad un centro di Fecondazione Medicalmente Assistita e faccia una ICSI che richiede spermatozoi vitali ma non perfettamente mobili.
Mi sembra che il problema fertilità sia al momento il problema maggiore
A Roma lei può trovare le strutture adeguate al tal fine
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
come le ha detto il Collega lei ha risposto ottimamente alla terapia sostitutiva con gonadotropine (era azoospermico ed è arrivato a 14 milioni/ml). E' corretta l'indicazione a rivolgervi ad un Centro di Sterilità proprio perchè difficilmente si raggiungono valori seminali di perfetta normalità. Non conosco l'età della sua compagna ma non perdete mai le speranze per una gravidanza spontanea a patto di mantenere la qualità seminale a questi livelli.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con i colleghi
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che il Suo Andrologo sta facendo un ottimo lavoro. Si rivolga a lui per tutte le necessità del caso ed in particolare per decidere se, come e quando ricorrere ad una tecnica di concepimento assistito.
I nostri consigli passano in secondo piano di fronte a risultati così incoraggianti quali quelli ottenuti dal Collega Curante.
Affettuosi auguri per la realizzazzione del Suo desiderio e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Vi ringrazio infinitamente! Siete davvero gentilissimi!
Se posso farvi una domanda, sono in attesa di fare a Roma (Umberto I) il Mar Test come suggeritomi dall'andrologo. Mi chiedevo da cosa potesse dipendere l'assoluta assenza di spermatozoi rettilinei veloci e se questa carenza pregiudica significativamente la possibilità di una gravidanza naturale. Potrebbero esserci degli anticorpi antispermatozoo nel mio liquido seminale che distruggono gli spermatozooi veloci?
Invece con le citochine cosa si valuta? Grazie ancora per la vostra gentilezza e disponibilità.
Sal
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

a mio modesto parere sono tutte indagini corrette ma direi "accademiche" perchè si scontrano, sempre a mio personale parere che nasce da 30 anni di pratica clinica, con il giudizio che le ho già dato.
Se non avete remore religiose o etiche , non perdete tempo e consultate un centro per una Procreazione Medicalmente Assistita !
cari saluti
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
raggiungere una diagnosi clinica di una patologia è l'obbiettivo primario di ogni Medico e la richiesta primaria di ogni paziente.
Altrimenti, almeno per quanto riguarda l'Andrologia e lo studio dell'infertilità, chiudiamo baracca e burattini e procediamo sempre e comunque ad indirizzare i pazienti presso i centri di procreazione assistita. Cosa che ovviamente magari andrà pure fatta, ma sempre e soltanto dopo che si sia espletato tutto l'iter clinico e diagnostico più corretto alla luce delle esperienze e dei progressi fatti nel campo della patologia specifica. Altrimenti tutto, compresi gli sforzi ed i passi da gigante compiuti dalla Ricerca, diverrebbero inutili.
Questo è solo il mio parere, sia chiaro. E quindi il mio consiglio è quello di seguire tutte le indicazioni del Collega che La sta curando.
Affettuosi saluti ed auguri.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Grazie ancora gentili dottori,
ci siamo già rivolti ad un centro di pma e ci hanno messo in "lista" per una Icsi, ma purtroppo i tempi sono lunghissimi e credo che anche i costi siano esorbitanti.
La mia domanda era fatta solo per capire e comprendere.
Volevo sapere se l'assenza di spermatozoi rettilinei veloci poteva dipendere dalla presenza di anticorpi antispermatozoo oppure potrebbe dipendere dalla mia patologia. Mi piacerebbe sapere andare a fondo per capire e scoprire gli aspetti della mia patologia. Se ad esempio esistono libri anche in inglese sull'ipogonadismo ipogonadotropo.
Grazie ancora e saluti.
Sal
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non condivido, anche se posso comprendere, la Sua voglia di documentarsi, capire e comprendere su un argomento così delicato e difficile. Ma perchè non farlo insieme al Suo Andrologo di fiducia (ottimamente orientato direi)piuttosto che sui libri di testo (spesso ostici anche per studenti e specializzandi in medicina), o su Internet?
Mi sembra comunque di capire che il problema del raggiungimento della diagnosi è già stato bello chè superato dalla decisione di ricorrere ad una tecnica di gravidanza assistita. Bene, a questo punto non resta che sperare nel meglio. I tempi sono lunghi, è vero, i costi non sono assolutamente indifferenti (spero abbiate consulatto delle qualificate Strutture Pubbliche), ma dobbiamo solo sperare nel meglio. Compenderà bene che le risposte alle Sue domande dovrebbero venire dai Colleghi che procederanno allo studio dei partners candidati alla ICSI. Almeno questa prassi occorre seguirla.
Davvero affettuosi auguri per la realizzazione del Suo desiderio.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO