Utente 239XXX
Gentile dottore, devo sottopormi presto ad una urografia. Ho però paura degli eventuali effetti del mdc. So che è a base di iodio. Il fatto che mangio tranquillamente pesce e frutti di mare, sale iodato e ho usato prodotti a base di iodio per l'igiene orale, può tranquillizzarmi su eventuali allergie o non basta? Esiste un test per allergia che posso eseguire prima? Io non sono un soggetto allergico (ho solo una allergia ai gioielli falsi ai lobi delle orecchie posso indossare solo orecchini d'oro), ma in famiglia ci sono stati anche casi di shock per antibiotici (risolti positivamente) e allergie varie tipo riniti e allergie alimentari di parenti di grado molto stretto (fratelli,zii ecc). Anzi si può dire che io e mio padre per ora siamo gli unici a non aver manifestato mai cose simili (ho avuto anche una narcosi). A radiologia mi hanno detto che non è necessario secondo loro neanche farmi la preparazione con antiallergici. Spero in una sua risposta per tranquillizzarmi o darmi ulteriori indicazioni. Non credo di poter evitare l'analisi. Grazie mille p.s se non sbaglio il medicinale che verrà usato è il xenetix

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Casullo
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Gentile Utente, in genere, si esegue una terapia desensibilizzante(da cominciare alcuni giorni precedenti l'esame)in quei pazienti che presentano un'anamnesi positiva per manifestazioni allergiche.
In ogni caso, sarà bene discuterne anticipatamente con il radiologo che si occuperà del suo esame
[#2] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore,
grazie per la risposta. Come le ho precisato prima il radiologo non ritiene di farmi tale terapia preventiva perché io in prima persona non ho avuto mai manifestazioni allergiche importanti, anche se ci sono state in famiglia.
Esiste un test per sapere se si è allergici allo iodio?
E il fatto che mangio frutti di mare, sale iodato e ho usato prodotti per l'igiene orale a base di iodio senza problemi può significare che non sono allergica a tale sostanza?
[#3] dopo  
Dr. Andrea Casullo
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Esistono i tests allergologici inerenti ciò.
Comunque non esiste alcuna correlazione circa l'eventuale allergia alle sostanze iodate e l'alimentazione che lei conduce.
Saluti.
[#4] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille per la pronta risposta.
Ecco quindi l'informazione che mi avevano dato sul sale iodato come spia di allergia alle sostanze iodate era sbagliata...grazie per il chiarimento.
Potrebbe dirmi che test sono? E questi test escludono allergie a queste sostanze?
Lei comunque mi consiglierebbe una preparazione preventiva per l'urografia in base a ciò che le ho scritto? Grazie mille è gentilissimo.
[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Visto che lei è uno specialista in radiologia volevo anche aggiungere alcune cose. In giro riguardo ai mezzi di contrasto iodati si leggono cose bruttissime tipo decessi avvenuti durante l'iniezione per arresto cardiaco o nei primi 10 minuti, perforazioni coronariche, edemi polmonari e altre cose bruttissime. Se è un'analisi cosi pericolosa perché la prescrivono cosi a cuor leggero dicendo testuali parole 'ma no in realtà è una sciocchezza che non fa male a nessuno'? Addirittura il medico la consigliò a mio fratello senza che lui avesse nulla dall'ecografia ma solo per un dolore che accusava dietro la schiena. Io non riesco a capire a quali rischi davvero vado incontro, sembra tutto il contrario di tutto. Quale è la verità? Nel mio caso ho la pelvi renale dx dilatata con ridotta funzionalità del rene in fase escretiva (visto con una scinti renale), e ora vogliono farmi una urografia per studiare l'uretere per vedere anche se ci sono calcoli. Esiste un'altra analisi che può darmi più o meno lo stesso risultato?
Ho visto che su questo sito siete sempre molto precisi e schietti, quindi spero davvero che almeno mi possa chiarire le idee in modo tale da essere almeno consapevole di quello che devo fare. Grazie mille davvero.
[#6] dopo  
Dr. Andrea Casullo
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
Il mezzo di contrasto (m.d.c.) iodato, introdotto per via endovenosa può essere causa di manifestazioni allergiche, anche importanti, sino alla situazione estrema che è lo shock anafilattico.
Il m.d.c. è una sostanza che come tante altre può determinare tali reazioni (vedi per esempio le punture di insetto). Non è un farmaco che nuoce alla salute dei cittadini, altrimenti ne verrebbe bandito l'uso. Esistono delle situazioni in cui non può essere utilizzato, altrimenti risulterebbe nocivo ma, del resto, ciò vale per tante altre categorie di farmaci.
Per ciò, non è un atto terroristico utilizzarlo, anzi, in molte situazioni è necessario per ottenere diagnosi importanti.
I tests specifici esistono e sono di pertinenza allergologica.
In ultima analisi, un'esame alternativo ed altrettanto valido potrebbe essere eseguito con la Risonanza magnetica (la idro-RM e la uro-RM).
[#7] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
gentilissimo dottore, la ringrazio veramente tanto per la sua risposta schietta e precisa. Avevo letto cosi tante cose brutte sull'uso dei mdc (tipo morti istantanee, perforazioni coronarche ecc) che davvero ero entrata in crisi chiedendomi fino a che punto il gioco valesse la candela. La sua risposta invece ridimensiona molto le cose, attribuendole solo ad una eventuale reazione allergica che, come giustamente lei ha precisato, è possibile dopo assunzione di qualsiasi farmaco. Mi informerò anche sulle alternative che mi ha suggerito.
Spero anche che a questo punto, un suo collega allergologo possa indicarmi i tests da eseguire.
Grazie mille ancora.
[#8] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore, ho eseguito l'urografia.
Alla fine l'anestesista, alla notizia del caso di shock da antibiotici avuto in famiglia, ha preferito darmi un paio di giorni prima due cp di Zirtec e una di Zantac al giorno.
L'esame è andato bene l'unica sensazione che ho avvertito è stato un forte calore (come se mi versassero acqua calda) dentro l'addome e la vescica ad ogni iniezione che mi hanno fatto (non era con flebo).
Il medico ha detto che non è riconducibile a reazioni 'allergiche' ma più a 'sensazioni'.
Lei cosa ne pensa? Vorrei anche il suo parere perché nell'eventualità di dover ripetere tale indagine vorrei dare le giuste indicazioni su ciò che è successo.
grazie mille.
[#9] dopo  
Dr. Andrea Casullo
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2005
La sensazione di calore che Lei ha avvertito è riconducibile assolutamente alla somministrazione del mezzo di contrasto utilizzato, non è una reazione avversa allo stesso e viene avvertita da, praticamente, tutti i pazienti ai quali lo si somministra .
L'anestesista è stato, ovviamente, prudente nel somministrarle tale terapia.
Saluti.