Utente 124XXX
la situazione è questa:
è un operazione di rimozione di piccoli tumori nella zona dei reni e della vescica, il paziente ha 80 anni circa e deve viaggiare in aereo dopo l'operazione. puo viaggiare subito o deve aspettare un certo periodo prima di prendere il volo? se si, quale puo essere il periodo minimo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
E' un po' difficile dare una risposta ad una domanda cosi' generica, dipende tra l' altro dal tipo di incisione, dalle condizioni generali del paziente, dal decorso operatorio...credo che sia opportuno porre il quesito ai colleghi che seguono personalmente il paziente e conoscono tutti questi elementi.
Auguri!
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
ok, grazie comunque dottore
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le linee guida internazionali alle quali si attengono di fatto le Compagnie Aeree piu' importanti specificano alcune controindicazioni assolute al viaggio aereo. Tra queste ce ne sono alcune che riguardano la Chirurgia. In particolare il passeggero non puo' essere accettato a bordo se:
- ha effettuato un intervento laparotomico addominale da meno di 10 giorni
- ha effettuato un intervento toracico da meno di 21 giorni
- e' stata introdotta aria (o gas) per effettuare diagnosi endoscopiche (o laparoscopiche) da meno di 7 giorni.
Si tratta ovviamente di prescrizioni minime, sotto le quali e' assolutamente sconsigliato andare: il Medico dovra' infatti, caso per caso, stabilire se sia opportuno far trascorrere un lasso di tempo maggiore.
All'eta' di 80 anni e' anche bene che il Curante consideri attentamente il fatto che il passeggero si trovera' per alcune ore ad una pressione atmosferica diversa da quella a livello del mare, corrispondente a quella tipica di un'altitudine variabile e compresa tra 1500 e 2200 metri s.l.m.. Questo al fine di adottare l'eventuale terapia preventiva.
Cordiali saluti