Utente 124XXX
Buona sera. Ho 30 anni e ho subito nel giugno del 2008 un'intervento di circoncisione con l'asportazione completa del prepuzio appunto. mi trovo oggi ad affrontare un problema che penso si definisca quello dell'eiaculazione precoce mai accusato precedentemente forse dovuto al fatto che i punti ormai ovviamente cicratizzati tendono a dare un ispessimento a livello dell'asta che mi pare determini una maggiore sensibilità al pene. Detto ciò però chiedo un consulto a tal proposito ,per verificarne una veridicità o cmq trovare una soluzione al problema. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

pensare ad una correlazione stretta tra circoncisione ed eiaculazione precoce secondaria è un pò arduo comunque a questo punto bisogna consultare in diretta un esperto andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=27950.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
un ultimo appunto volevo riportare circa il mio problema. Precedentemente, alla visita nella quale mi era stato consigliato l'intervento di circoncisione ,l'urologo,il medesimo che segue da anni anche mio padre, ha riscontrato in me come del resto a mio padre e da anni ( quindi immagino sia congenita), un' ipertrofia prostatica benigna alla quale ,al periodo, parlo di un anno fa ...mi sottopose a terapia preventiva con un integratore il cui nome mi pare sia PLUVIO.Volevo sapere a tal proposito se il problema possa ricondursi a quest'altro poichè dopo il primo trattamento a sei mesi di distanza non è seguito un'altro consulto specialistico anche se previsto e consigliatomi dallo stesso ...grazie
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

pensare ad una ipertrofia prostatica benigna a 30 anni è un pò eccezionale.

Comunque in alcuni casi un aumento del volume della prostata può scatenare un tale problema sessuale.

Riconsulti a questo punto il suo urologo e meglio un esperto andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com