Utente 124XXX
10 mesi fa mia moglie a subito l'estrazione del dente del giudizio inferiore sinistro. Da allora ha incominciato ad avvertire un dolore costante al 6 e 7 inferiore SX che dura tutto il giorno. A volte ildolore sipropaga anche all'arcata superiore. La cosa strana è che il dolore smette quando mia moglie si sdraia o quando si mette in posizione raccolta con la testa piegata in avanti. Sembra che con un aumento del flusso sanguineo al viso, il dolore si plachi e riprenda solo quando riassume la posizione eretta.
Abbiamo consultato numerosi dentisti che non hanno riscontrato problemi ai denti. Pensando il problema fosse stato causato da una lesione del trigemino avvenuta durante l'estrazione abbiamo consultato anche due neurologi che escludono tale problema. Gli esami fatti sono stati: TAC arcata superiore e inferiore, risonanza magnetica encefalo, panoramica e deltalscan. Nulla ha evidenziato problemi. Ora non sappiamo piu' a chi rivolgerci e mia moglie da dieci mesi continua ad avvertire tutti i giorni e per tutto il giorno dolore.

Rigraziando anticipatamente per l'attenzione porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
un'ipotesi potrebbe anche essere che la sintomatologia sia di origine muscolare o articolare: potrebbero esserci problermi all'articolazione temporo-mandibolare e questo una risonanza dinamica o a bocca aperta e chiusa ( se indicata ) potrebbe evidenziarlo, o come accennavo squilibri muscolari. una visita gnatologica da un collega medico-chirurgo-odontoiatra esperto in gnatologia potrebbe evidenziarlo
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.re,
suggerirei di chiedere al Suo Medico di Medicina Generale di indirizzare la Sig.ra ad un neurologo / neurofisiopatologo, che potrà porre le indicazioni ad un'eventuale valutazione strumentale (elettromiografia, potenziali evocati, blink reflex,...) per escludere una lesione o sofferenza trigeminale.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille per la risposta.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Dimenticavo un altro particolare che potrebbe essere significativo. Quando mia moglie mastica ad esempio una caramella/cicca o mangia, il dolore si attenua notevolmente. Nel caso si tratasse di un problema legato al trigemino, non dovrebbe essere il contrario?
[#5] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
purtroppo non dovrebbe essere il contrario
mentre la mia precedente ipotesi potrebbe venire meno se con la masticazione il dolore si attenua. se fosse una patologia articolare la masticazione solitamente la incrementarla.
non è un quadro facile
mi verrebbe da proporre delle sedute di agopuntura, ma bisognerebbe avere una diagnosi attendibile all'inizio che ancora non si ha senza alcune ulteriori valutazioni
cordiali saluti

.
[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Occorre un consulto gnatologico, per escludere la presenza di una disfunzione dell'ATM (Articolazione Temporo-Mandibolare).

Neurologo e altre figure professionali non sono le professionalità indicate, se questa fosse l'origine dei problemi.

Difficilmente un medico di medicina generale (a parte pochissime lodevoli eccezioni) ha la competenza per diagnosticare casi di malocclusione.

Il dr. Finotti si, è un ottimo e valido gnatologo, e sarà lui (o altro gnatologo di sua fiducia), eventualmente, a richiedere, se reputerà il caso, esami complementari.
[#7] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta e il suggerimento.

Cordiali saluti