Utente 124XXX
Salve sono una ragazza di 27 anni, so di essere allergica alle graminacee. Pochi tempo fa mi sono dovuta sottoporre alla somministrazione di un vaccino anti epatite A in vista di un viaggio in un paese a rischio. Il giorno successivo ho avuto casualmente una reazione cutanea allergica da contatto con graminacee in giardino, ho assunto un antiistaminico e nel giro di poco tempo ho avuto uno shock anafilattico.
é possibile una correlazione diretta tra vaccino e antiistaminico?
si puo parlare di reazione allergica ritardata?
l'antiistaminico non avrebbe dovuto diminuire il "caos" di istamina dello shock anafilattico?
Grazie infinite

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Puo' descrivere cosa e' successo esattamente? chi e su che base ha deciso che era uno shock anafilattico?

[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Appena ho avuto il rush cutaneo da graminacee, sono andata dal mio medico di base, il quale mi ha somministrato un antiistaminico, ma nel giro di pochi minuti ho iniziato a respirare male, e a sentirmi malissimo, il mio medico mi ha praticato un iniezione sotto pelle di adrenalina, e un ambulanza mi ha accompagnato in ospedale dove mi hanno trattenuto in osservazione solo un paio d'ore e mi hanno rimandato a casa con una dose di adrenalina da autosomministrarmi in caso si ripetesse l'episodio. Non ho potuto procedere con gli altri vaccini previsti per il mio viaggio, perche il medico del poliambulatorio ha detto che per poterli fare devo essere ricoverata in ospedale e in presenza di un medico anestesista rianimatore.