Utente 104XXX
Gentili Dottori,
mi rivolgo a Voi, perchè in questo periodo antecedente le prossime vacanze al mare nella mia famiglia si sta parlando molto della pericolosità del sole rispetto alla pelle, per cui volevo un Vostro parere.
Io ho la carnagione nè troppo chiara nè scura; ho capelli castani, occhi marroni e solitamente mi abbronzo facilmente (prendo molto sole). Solo un paio di anni fa dovetti curare un fastidioso eritema, ma per il resto tendo a non scottarmi mai.
Negli ultimi anni ho notato un proliferare di nevi soprattutto nella zona del petto, mentre altri hanno mutato colore diventando molto più scuri. Per darVi l'idea ora in tutto il corpo avrò più di sessanta nevi, nessuno però di rilevanti dimensioni nè particolarmente rialzato.
Mia sorella dice che quelli presenti sui piedi e sulle mani sono da considerare già di per sè potenzialmente più pericolosi e insiste affinchè io consulti un dermatologo.

Ma, chiedo a Voi, quando la presenza di nevi può essere considerata davvero pericolosa? Il fatto che con gli anni i nevi aumentino non è da considerare fatto normale? Inoltre anche i nei di piccole dimensioni devono destare preoccupazione?

Grazie mille.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Certamente il fatto che i nevi si acquisiscano durante la vita è normale.
Attualmente risulta un pò superata la regola dell' ABCDE che dava indicazioni sommarie , e si è passati alla videodermatoscopia ad epiluminescenza per le mappature e controlli.
Un controllo periodico presso il dermatologo almeno per fare il punto della situazione potrebbe essere utile.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio, Dottore, per avermi prestato attenzione.
Vedrò allora di prenotare una visita dermatologica in autunno così da fare il punto della situazione, come ha detto Lei.
La ringrazio ancora.