Utente 124XXX
Buongiorno
Ho effettuato un ecografia scrotale, ove mi è stat riscontrata una varicocele di 1° grado.
in particolare il refeto riporta:
testicoli in sede, con margini regolari, dimensioni nei limiti, ecostruttura parenchimale omogenea. Normale spessore ed ecogenicità della tunica albuginea. Epididimi nei limiti volumetrici ed ecostrutturali. Assenza di alterazioni ecostrutturali a carico della parete scrotale e dei canali inguinali. Presenza di lieve ectasia del plesso pampiniforme a sinistra.

Il mio medico di base ha detto che posso fare a meno di una visita andrologica, poichè i sintomi sono minimi e per ovviare alla varicocele mi ha prescritto il farmaco ALVENEX compresse (una la mattina ed una la sera).
Vorreis apere se la cura è giusta ed esaustiva.
Inoltre vorrei sapere se è consigliabile fare ugualmente una visita andrologica o meno.
Grazie in anticipo per le risposte e gli aiuti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il varicocele sinistro di I grado ecodoppler è presente nel 40%-80% dei maschi in età riproduttiva e la sua valenza clinica è zero. Per cui, in assenza di altra patologia nessuna terapia e nessuna chirurgia soprattutto.
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per l'aiuto.
Quindi posso tranquillamente fare a meno di una visita andrologica e proseguire con la cura prestritta, giusto?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
No da un collega meglio che ci vada se non altro perchè quella terapia secondo me, parere a distanza, è meglio non la faccia.
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Capisco.
Ho insistito più volte col medico di base per farmi prescrivere un'impegnativa così da fare una visita presso una struttura pubblica. Anche perchè in minima parte mi preoccapa anche le dimensioni dei testicoli e genitali ed il fatto che (nonostante sia magro) ho un evidente acrescimento delle mamelle.
Però il medico di base insiste a ripetermi che non occorre e posso tranquillamente farne a meno.
Terrò presente i consigli ricevuti.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Insista.
[#6] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto grazie per il consulto.
Purtroppo solo ora sono riuscito a fare una visita andrologica, seppur in ritardo, riporto l'esito per vare anche delle opinioni al riguardo.

Lo specialista mi ha consigliato di fare un Ecodoppler ai vasi spermatici e uno spermiogramma.

Intanto l'esito dell'ecodoppler è stato:
vena spermatica sinistra pervia con reflusso medio in valsava;
vena spermatica destra pervia con assenza di reflusso in valsavia;
arterie con flusso normale.
conclusioni: varicocele sinistro di 1° grado; Modica quota di idrocele a sinistra.

All'andrologo ho chiesto anche se ci potessero essere correlazioni patologiche con le dimensioni del pene (domanda alquanto stupida, ma che comunque preferivo mettere in chiaro visto che in fase eretta raggiunge a mala pena 11cm), al quale mi è stato risposto che è tutto nella norma.

Riguardo alla presenza di lieve accrescimento delle mamelle e su eventuali disfunzioni ormonali, mi è stato risposto che è tutto nella norma e non c'è bisogno di accertare nulla.

Infine ho accennato anche a problemi di eiaculazione precoce, ma anche in questo caso è stato evasivo, dicendo che è un problema puramente psicologico. Su quest'ultimo punto perciso che non soffro di frenulo corto ne di fimosi, ma noto che, spece in fase di riposo, mi risulta fastdioso toccare il glande.

Nei prossimi giorni riporto anche gli esiti dello spermiogramma.

Spero di avere, seppur limitatamente alle semplici informazioni che ho fornito, dei consigli al riguardo.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Chieda al collega quali rimedi ritiene necessari per il problemi eiaculatori, ci sono terapie farmacologiche o psicologiche. Mi pare che il collega se la cavi bene. E' in buone mani e non è poco.