Utente 124XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 18 anni, peso 65 x 1.82 di altezza.. premetto di non aver mai avuto nessun tipo di infortunio o dolore in vita mia a causa dell'allenamento.. in questo periodo i carichi di lavoro si intensificano e proprio da ieri sera soffro un dolore davvero fastidioso..
Venivo da una settimana di scarico (caratterizzata da 3 allenamenti di 1h di marcia lenta). Ieri sera dovevo svolgere un lavoro di 20km ad un ritmo vicino al 70%.. non ho avuto nessun tipo di dolore o problema durante l'allenamento ma dopo averlo concluso (a distanza di circa 30m - 1h) ha incominciato a crescere un gran dolore nell'inguine destro che si propaga in base ai movimenti anche all'interno alto della coscia. Pensavo si trattasse di un dolore di poco conto causato dall'affaticamento ma vedo che anche dopo aver dormito il problema persiste e non è diminuito! E' molto fastidio anche nel solo camminare e si acutizza se sforzo la gamba ad esempio alzandola..
Di cosa si potrebbe trattare?
Saluti, grazie per le delucidazione che senza dubbio mi darete in modo perfetto, come sempre. ^^

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Potrebbe trattarsi di una patologia di tipo erniario ma anche di un'infiammazione muscolare.
Le consiglio di rivolgersi al suo Medico di Famiglia (o, visto il periodo, al suo sostituto...): il Collega potra' darle una prima risposta e in caso di dubbi decidera' se fosse opportuno inviarla dallo Specialista o eseguire ulteriori accertamenti.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grazie molte per la risposta, seguiro il suo consiglio.
Avrei un'ultima domanda da farle.. come mai ho sentito solo dopo il fastidio e non durante l'allenamento? In entrambi i casi, sa più o meno quanto devo rimanere a riposo?
Saluti.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se si trattasse di un'ernia conclamata il riposo dovrebbe durare... tutta la vita! Sarebbe dunque meglio pensare all'intervento chirurgico per riparare la parete responsabile del cedimento.
Se invece si trattasse di una mialgia sarebbe meglio porre la domanda ad un Ortopedico o ad un Fisiatra, ma comunque molto dipendera' dalle sue capacita' di ripresa e dalla terapia che potra' venire associata; potrei azzardare una "forbice" che va dai 2 ai 30 giorni, ma non le sarei di troppo aiuto perche' lei, giustamente, vorrebbe dei riferimenti piu' precisi. Che pero', le ripeto, potranno essere chiariti soltanto a seguito di una visita.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Sono andato proprio oggi da uno specialista, dopo essere stato visitato per mezzora circa mi ha detto che si tratta degli addutturi e del retto femorale infiammato.
Un riposo di una settimana con cerotti anti infiammatori e voltaren e poi dovrei poter riprendere piano piano ad allenarmi!
Che sollievo, per fortuna nulla di grave.. la ringrazio per i consiglio dr. spina. ^^
Cordiali Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Bene! Ha visto? Una delle due ipotesi di cui scrivevamo qualche ora fa si e' rivelata quella giusta. E anche i giorni di riposo, tutto sommato, sono nella media di quanto prevedibile per questo tipo di problema.
Cordiali saluti