Utente 776XXX
buona sera,
da piccolo ricordo che portando il pene versoil basso negli slip,in erezione il pene andava verso il basso.ricordo che avevo circa 8-10 anni e vedevo che mio padre in genere lo teneva verso l'alto nelle mutande.
cosi inziai anch io e scoprii nel tempo che effettivamente il pene puntava verso l'alto in erezione assumendo una direzione che certamente preferivo.
poi per molti anni non badai piu' a questo aspetto e non mi interessai piu' alla curvatura del pene verso l'alto o verso il basso.
ricordo ,crescendo di essermi concentrato su molti aspetti del sesso ma non pensai piu' alla "direzione che il pene prende in erezione.
Poi inziai ad avere rapporti e notai che il pene andava si verso l'alto ma andava anche a 45 gradi circa a sinistra. purtroppo, prima di questi rapporti con le donne,in sede di masturbazione non mi accorsi mai di questa deviazione a sinistra ,forse perche durante la masturbazione non era importante o forse perche' usando la mano sinistra non facevo caso a dove puntasse il pene ..
ricordo perfettamente che questa cosa inziai a notarla solo prima o durante i rapporti con le donne.
per fortuna non ci furono mai problemi legati alla forma e alla direzione.
il punto è che, a seguito di una storia finita con una ragazza che mi aveva chiesto piu' volte di fare sesso un po' sfrenato (cosa che mi procurava un impaccio meccanico perche' dopo l'uscita dalla vagina il rientrare rapidamente nella vagina era ostacolato dalla curvatura) iniziai ad avere apprensioni nei confronti di questa curvatura,considerandola piu' o meno consciamente un po' limitante.
Ora,la premessa che ho fatto su quando ero bambino mi porta a chiedere se i corpi cavernosi abbiano in qualche modo la predisposizione ad essere "indirizzati" ad ogni età o il cambiamento che da piccolo accadde a me è legato al fatto che quella direzione nelle mutande era stata assunta durante gli anni dello sviluppo del pene ( fino ai 15 anni circa) ??
chiedo questo perchè da un anno circa sto posizionando nelle mutande il pene flaccido sempre vero destra e ho l'impressione di aver "guadagnato" qualche centimetro verso il centro nel senso che il pene non va piu' cosi tanto a sinistra.
per concludere:dato che la mia esperienza da quando lo tengo verso destra mi ha dato queste impressioni è possibile che i corpi cavernosi si adattino negli anni alla posizione tenuta in flaccidita' o un pene adulto non cambia piu' la sua direzione? sono scettico in merito a cio' poiche i medici parlano solo di interventi chirurgici correttivi e non ho mai trovato comenti medici che avvaloranoi questa tesi ma solo cose scritte da pazienti che hanno visto su di loro certe variazioni di direzione.
ho letto di strumenti che usati con costanza tengono il pene in leggera tensione.
sono pubblicizzati per ingrandire ma a me la lunghezza va gia bene,pero' c'e' scritto che correggono anche le curvature.

chiedo a voi medici
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile lettore, al fine di evitare ansie, consulti senza indugio un buon andrologo e gli porti alla visita delle foto , fatte da vari punti di vista,del suo pene in erezione.
Non credo che la posizione del pene in condizioni di flaccidità influisca sulla curvatura quando esso è eretto.

Distinti Saluti