Utente 124XXX
Buongiorno,
soffro da 4 anni circa di bulimia con vomito autoindotto, attualmente peso 47 kg per un altezza di 166 cm. Da qualche tempo ho notato che l'ago della bilancia oscilla molto di frequente con differenze anche di 1 o 2 kg da un giorno all'altro o anche da un momento della giornata all'altro. Ho ipotizzato potesse trattarsi di ritenzione idrica o di presenza o meno di escrementi nell'intestino. Differenze così considerevoli sono comunque strane, immagino quindi possa trattarsi più che altro di metabolismo. Vorrei capire meglio quali variazioni metaboliche possono intervenire a causa di un disturbo alimentare quale la bulimia, e in quali proporzioni sono queste recuperabili. Interrompendo il circolo vizioso quanto tempo impiega indicativamente il metabolismo a tornare in codizioni di equilibrio?
E'possibile che interrompendo le abbuffate si verifichi un aumento di peso?
Ringrazio in anticipo e saluto.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Il problema è che lei si controlla quotidianamente e registra variazioni di peso giorno per giorno, trattando il "peso" come se fosse sempre la stessa cosa, anziché il "grasso" se mai. Feci, acqua, cibo si traducono in una misura di peso che ovviamente varia su e giù se lei soffre di bulimia e si disidrata e altera l'equilibrio salino vomitando.
Lei ha un disturbo alimentare che qualcuno le ha diagnosticato, se vuol vedere risultati lo deve curare, primo obiettivo quello di non vomitare, quello di non far più succedere le abbuffate e infine quello di neutralizzare la preoccupazione per il cibo e il peso.
Finché non cura bene la bulimia le oscillazioni di peso sono prevedibili.