Utente 245XXX
Salve!
ho 26anni e sto avendo alcuni problemi di erezione dopo un rapporto sessuale nn consumato, scarso indurimento del pene, che nn permette la penetrazione, premetto che nel mio caso era la prima volta e quindi do colpa al 80% a un ansia da prestazione. premetto che durante la masturbazione ( media di 3 volte al gg...troppe? ) prima del flop riuscivo ad ottenere una consistenza buona, ed avevo sempre al mattino e appena alzato una erezione spontanea. adesso da quando nn sn riuscito ad ottenere un erezione sufficente per penetrare...anche durante la mast nn diventa turgido a dovere e le erezioni spontanee sn svanite o attenuate.
Comunque prenderò appuntamento per una visita andrologica per escludere qualsiasi problema che eventualmente nn avendo avuto esperienze nn si era mai presentato. Volevo però sapere se potrebbe aver influito il fatto che 2gg prima del nn-rapporto ho cercato di bloccare un orgasmo premendo forte alla base delle palle per evitare la fuoriuscita di sperma (cosa riuscita) e pensavo anche di prolungare l'erezione, invece a prescindere dall eiaculazione l'orgasmo è cmq avvenuto e l'erezione calata come al solito. ? grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
13785

Cancellato nel 2013
gentile lettore
ha fatto bene a prenotare una visita andrologica, vedrà che il Collega inquadrerà il suo problema
distinti saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ottima e saggia l'idea di un consulto specialistico, soprattutto nell'ottica di escludere patologie organiche alla base della disfunzione erettile, davvero improbabili a mio parere.
Ci tenga informati.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO

[#3] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
anche io sono convinto che siano da escludere cause fisiche alla base del suo problema ma concordo pienamente sull'opportunita di aver prenotato una visita Specialistica.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con i colleghi sulla necessita di una visita andrologica per tranquillizzarla
[#5] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2007
grazie per le tempestive risposte, se ci fossero problemi vi terrò informato, per ulteriori consigli.
[#6] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Ritengo sulla base della descrizione da lei fatta, che si tratti proprio di un caso di problematica psico-indotta. La invito dunque a tranquillizzarsi e non angosciarsi su ciò che è accaduto, magari modificare qualche comportamente durante la sua vita sessuale potrebbe aiutarla a riprendere il "tono" perduto! Tuttavia ha fatto benissimo a prenotarsi da un collega andrologo,in modo da inquadrare correttamente la situazione ed eventualmente (le auguro di no) identificare cause organiche.
Distinti saluti,
dott. Daniele Masala.
[#7] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
Gentile Utente,
non ho molto da aggiungere a quanto espresso dai Colleghi Andrologi, una volta escluse patologie organiche, se il problema dovesse ripresentarsi, sarebbe bene lei effettuasse una visita psicologica, onde evitare spiacevoli conseguenze in futuro.

Ma soprattutto dovrebbe ritrovare una certa serenità, per poter vivere appieno la sua vita sessuale.

Cordialmente

Daniel Bulla
dbulla@libero.it