Utente 246XXX
Pietro ha due anni compiuti il 11 Gennaio c.m.
è sempre perennemente malato alla gola e orecchie dall'età di 9 mesi.
Specifico meglio. Nel corso di 1 anno (ottobre 2005-ottobre 2006) ha preso ben 14 antibiotici per combattere placche in gola con febbre molto alta e inizio di otiti.
Nella metà di ottobre gli abbiamo effettuato un analisi un pò approfondita dove sia gli allergeni che eventuali immmunocarenze non risultavano. Anche le sottopopolazioni erano a posto. Se serve la descrizione esatta di ciò che è stato analizzato lo scrivo eventualmente nella prossima mail. Aggiungo che dal mese di ottobre gli ho somministrato giornalmente un integratore chiamato IMMUNOFLORENE e "sembrerebbe" che le placche non si siano più riformate anche se si è ammalato a tutt'oggi 4 volte curato nel seguente modo: 1 volta: Supposte di Niflam e di Mucosolvan. 2volta: Bentelan pastiglie (1 e mezza per 13,6 kg di peso) perchè aveva febbre molto alta (circa 40°) e non scendeva con la semplice tachipirina. Al regredire della dose è guarito completamente senza somministrargli antibiotici. 3 volta: ancora supposte di Niflam. 4 volta (in corso): supposta di Niflam per 3 gg.
Venerdì 12 c.m. ha fatto una visita da un Otorinolaringoiatra. Visto tonsille e constatato la frequenza esagerata di malattia, ci consiglia un'altro integratore chiamato IMMUNOTROFINA per tre mesi e ritorno alla visita fra 3 mesi.
Chi mi dice cosa devo fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Michele Schiappoli
20% attività
0% attualità
0% socialità
VERONA (VR)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2000
La frequenza di episodi di faringite ed otite non è una rara evenienza in bambini dell'età di suo figlio soprattutto se frequentano la scuola materna. Oltre a consultare il Pediatra è indicata una valutazione specialistica ORL, come correttamente ha già fatto, soprattutto per escludere la presenza di un'ipertrofia adenoidea e/o di un'infezione cronica da streptococco beta-emolitico. A tal fine è sicuramente indicato eseguire un tampone faringeo con antibiogramma prima di intraprendere la terapia antibiotica. Infine sono molto scettico circa l'uso di integratori alimentari la cui efficacia non sia stata dimostrata da studi rigorosamente scientifici. Eventualmente possono invece risultare utili i lisati batterici da assumere durante tutto il periodo invernale (ad esempio Broncho Vaxom 1 bustina al dì per 10 giorni al mese da settembre ad aprile) e la vaccinazione antiinfluenzale. I singoli episodi vanno ovviamente trattati secondo le prescrizione del Pediatra.
Grazie dell'attenzione e cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Domenico Cifarelli
24% attività
0% attualità
4% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Gentile Sig.ra, la frequenza elevata di episodi di faringotonsillite acuta febbrile ed i numerosi episodi di otite recidivanti che lei ha descritto inducono a pensare che suo figlio sia un bambino cosiddetto "linfatico", che con particolare facilità va incontro ad infezioni. Se queste ultime dovessero persistere ancora, al raggiungimento di un peso corporeo adeguato (che si raggiunge intorno ai 3 anni) sarebbe indicata una adenotonsillectomia, che molto probabilmente risolverebbe il tutto.
Cordiali saluti