Utente 191XXX
dottori salve a tutti.

vi volevo chiedere un favore e consiglio riguardo mia mamma che si trova in (terapia intensiva rianimazione)pultroppo l'hanno investita mentre lei camminava a piedi.
e' da 21 giorni che e' ricoverata in rianimazione,e' arrivata in ospedale con
diagnosi:

TRAUMA CRANICO-ENCEFALICO CON FERITA L.C. REG.PARIENTALE SIN. FRATTURA DI C2.
TRAUMA BACINO E RACHIDE LOMBO-SACRALE IN POLITRAUMA.
CURE ED ESAMI PRATICATI:
ASSISTENZA RIANIMATORIA
A.V.P.(2)
CATETERE VESCICALE
MONITORAGGIO PARAMETRI VITALI.

insomma alla conclusione,la mamma e' stata in coma farmacologico,adesso che hanno diminuito la terapia del dolore per vedere se si svegliava..la mamma e' un poco sveglia e diciamo che ci riconosce..pero' ha troppi dolori..

ma quello che mi preoccupa e' che da circa 10 giorni ha sempre la febbre che va' e viene,loro fanno ANTIPERITECI...pero' io le avevo chiesto da dove veniva questa febbre...e loro hanno fatto l'orinocultura che ancora devono avere il risultato...

ADESSO DOTTORI VI CHIEDO PER FAVORE DI AIUTARMI...SE POTETE FARMI SAPERE DA DOVE VIENE QUESTA FEBBRE? CHE ARRIVA FINO A 40?

E POI LA PRIMA SETTIMANA CHE MIA MAMMA NON AVEVA FEBBRE SEMBRAVA CHE STAVA GUARENDO A MOMENTI PARLAVA CON NOI FIGLI...
INVECE ORA DOPO 21 GIORNI SEMBRA PIU' BATTUTA...

LORO DICONO CHE PER LA TESTA E' FUORI PERICOLO..C'E' ANCORA 1 CM DI EMATOMA PERO' DICONO CHE PIANO PIANO SI METTE IN CIRCOLO..

MI DATE QUALCHE CONSIGLIO..PER FAVORE..

COME POSSO AIUTARE MIA MAMMA?

PER FAVORE RISPONDETEMI!!


VI RINGRAZIO TUTTI..

UN CORDIALE SALUTO.


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera caro utente che scrive da Messina. Non è insolito che una persona ricoverata in Rianimazione da alcuni giorni, come la sua mamma, possa avere la febbre. I motivi possono essere molti, ed i medici che si stanno prendendo cura di lei, stanno facendo il loro lavoro al meglio. Per aiutare la mamma quindi, lei deve solo avere fiducia in loro. TANTI AUGURI.
[#2] dopo  
Dr.ssa Roberta Zara
16% attività
0% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
Purtroppo il ricovero in TI espone la paziente già defedata per il trauma a tutta una serie di infezioni nonostante si rispettino scrupolosamente tutti i protocolli per evitare ciò. E' anche vero che esistono anche molte armi per combatterle e se sua madre è già in contatto con lei le infonda coraggio e si affidi ai colleghi che la stanno seguendo sicuramente con scrupolo. In bocca al lupo
[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, come avrà potuto constatare lei stesso, sua Madre ha al momento tutta una serie di presidii che servono ai Rianimatori per valutare i parametri vitali e per meglio affrontare la degenza in rianimazione. Ha avuto un tubo orotracheale che al momento sembra eliminato, ha un catetere venoso centrale, magari delle altre vie venose periferiche dalle quali infonde dei liquidi. Cateteri arteriosi per la valutazione della pressione arteriosa invasiva, il catetere vescicale e il sondino naso gastrico. Non so se ha avuto anche un catetere per la misurazione della pressione intracranica. Insomma, uno qualunque di questi presidii necessari può essere fonte di infezione, nonostante la sterilità dell'ambiente, così come anche il trauma stesso può aver determinato la febbre, fatto normale in rianimazione e per il quale si hanno a disposizione potenti antibiotici di ultimissima generazione che vengono somministrati nelle modalità più efficaci come quella endovenosa. Stia tranquillo e nelle ore di visita si faccia vedere ottimista e incoraggi mamma. Non è una banale considerazione ma un potente supporto all'attività che i colleghi stanno già facendo con le cure intensive.
Mi auguro che sua madre possa rimettersi al più presto e ci tenga informati dell'andamento della degenza. Cari saluti.
[#4] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Dottori ringrazio di cuore le vostre risposte.
ma pultroppo in questi 2 ultimi giorni..ieri e oggi ho visto mia mamma peggiorata...vi spiego:

oggi.. cioe' stamattina hanno dovuto fare di corsa una gastroscopia,perche' si sono accorti cambiando il pannolone che c'era del sangue..pero' hanno detto che il risultato e' negativo...cioe' tutto apposto,quindi hanno dovuto mettere una busta di sangue,pero' hanno detto che domani fanno una rettoscopia per vedere in basso se c'e' emoraggia..in piu' oggi aveva la febbre a 38 e i battiti del cuore arrivavano fino a 200.
gli hanno messo il materassino ad aria..

adesso vi chiedo cosa sta' succedendo a mia mamma?
questo fatto e' pericoloso?

c'e' la fara' a resistere?

"" prego gesu' notte e giorno perche aiuti mia mamma ""


dottori scusatemi..non ho piu' forza neanche di pensare..
sono distrutto,doveva capitare a me',non ha mia mamma.
""DIO ABBIA PIETA' DI LEI""


DOTTORI VI RINGRAZIO TUTTI,PER LE VOSTRE RISPOSTE..
GRAZIE!!

UN CORDIALISSIMO SALUTO.


[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Caro Utente, la necessità di una trasfusione di sangue si palesa in Rianimazione spesso per via di una anemizzazione legata ai frequenti prelievi quotidiani e alle condizioni generali del paziente.
Certo da qui non è possibile avere un quadro chiaro della situazione perchè le notizie frammentarie non arrivano per "trasmissione" tra medici ma con il coinvolgimento emotivo del familiare giustamente preoccupato. Quindi risulta a noi difficile poter esprimere un giudizio obbiettivo.
La presenza di sangue nel pannolone potrebbe essere legata alla fonte di stress traumatico subito da sua madre e quindi a lesioni della mucosa gastro intestinale: non ci dice se il sangue nel pannolone era rosso-vivo o sottoforma di melena(sangue digerito, feci nero-verdastre, quindi proveniente dallo stomaco), o in alternativa a qualche effetto collaterale legato alla somministrazione di antibiotici molto forti per combattere la febbre. Comunque se di una infezione si stratta non si aspetti che questa possa essere eradicata subito. Spesso queste febbri durano per un certo tempo. La tachicardia può avere molteplici significati: uno di questi poroprio il fatto di avere la febbre, o di avere una transitoria disidratazione. Non si proccupi per il sintomo di per se, ma consideri il decorso di sua madre nella sua globalità, e non dimentichi di chiedere TUTTO, qualsiasi dubbio ai medici del Reparto durante la visita.
Una cosa che spesso accade in visita è quello di farsi suggestionare da ciò che segnalano i monitor in rianimazione e preoccuparsi per qualsiasi allarme che suoni. Lasci queste preoccupazioni al personale di sala se mai ponga delle legittime domande.
Cari saluti
[#6] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
CARISSIMO DOTTOR ALVINO...LA RINGRAZIO MOLTO PER LA SUA CELERE RISPOSTA.

SICURAMENTE LEI E' UNA PERSONA VERAMENTE UMANA..

SE VORREBBE ESSERE COSI GENTILE DI FARMI SAPERE IL SUO NUMERO DI CELLULARE,IO LA CHIAMEREI DOMANI SUBITO DOPO AVER AVUTO NOTIZIE DELLA RETTOSCOPIA..E MAGARI PER TELEFONO LE SPIEGHEREI CON PIU' DETTAGLIO LA SITUAZIONE DI MAMMA...
SE LEI VUOLE ..LE SAREI INFINITAMENTE GRATO,ANCHE PERCHE'
QUELLO CHE LEI MI HA SPIEGATO NON LO HANNO FATTO NEANCHE I MEDICI QUANDO C'E' IL CONSULTO.

EVENTUALMENTE LA MIA EMAIL E': BATERLOU@MSN.COM

EVENTUALMENTE NON FA' NIENTE...LE SAPRO' DIRE NON APPENA SAPRO' QUALCOSA.


NON SO' COME RINGRAZIARLA...

LE AUGURO INFINITO BENE...E CHE DIO L'AIUTI.

[#7] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
dottore buonasera.

oggi hanno fatto a mia mamma l'esame endoscopia per quella emoraggia..
ed e' risultato mi sembra che i dottori abbiano detto (piccola emoraggia dei ventricolari) che pero'hanno detto che non e' grave..con un farmaco dovrebbero fermare l'emoraggia...dicono questo dovuto a tutti gli antibiotici che hanno fatto..

ho domandato oggi al medico di guardia come fosse il sangue che perdeva,e mi ha detto che si tratta di sangue digerito.

pero' dottore mi hanno anche detto che forse SE DIO VUOLE
LA VOGLIONO TRASFERIRE AL REPARTO PNEUMOLOGIA..E CHE NON VALE PIU' LA PENA DI FARLA RESTARE IN RIANIMAZIONE..

poi nel tardo pomeriggio gli hanno ripetuto le rx al torace riguardo quell'addensamento polmonare..ed il risultato e' il seguente:

esame eseguito in decubito supino obbligato
al controllo attuale,rispetto al precedente esame eseguito in data 05/08/09,si documenta riduzione dell'addensamento polmonare precedentemente descritto a carico dei lobi medio ed inferiore destro.

ecco dottore questo e' quello che so'..

secondo lei ..come vede la cosa?


ringraziandolo infinitamente

le porgo i miei migliori saluti.
[#8] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Buona sera, da quello che scrive l'emorragia della mamma viene dallo stomaco( sangue digerito), quindi è da farmaci e/o da stress, e con la terapia in genere va a posto. Il quadro rx torace sembra in via di miglioramento, il fatto poi che la vogliano trasferire dalla Rianimazione ad un Reparto di medicina(Pneumologia)fà ben pensare ad un netto miglioramento. Ancora auguri.
[#9] dopo  
Dr.ssa Roberta Zara
16% attività
0% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
Gentile utente come le hanno già detto i colleghi un trasferimento in pneumologia cioè in un reparto internistico è solo segno di miglioramento delle condizioni di sua madre. Un consiglio: segua personalmente l'alimentazione e l'igiene della signora,spesso infatti nei reparti internistici, visto l'esiguo numero di personale, questo versante è spesso trascurato; infatti se in TI c'è un infermiere per 2 pazienti qui siamo a 1 infermiere ogni 8-10 quando va bene. Ancora auguri
[#10] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Che dirle altro gentile Utente oltre quello rassicurante confermatole dalle colleghe? Un trasferimento dalla Rianimazione in reparto internistico è gran cosa. Dall' Rx torace di controllo (di cui non ne aveva parlato prima) scopriamo che sua Mamma aveva una polmonite che ora è in fase di guarigione (ed ecco la causa principale probabile della febbre). Per il problema emorragico non mi preoccuperei più di tanto. Sottolineo ciò che è stato anticipato dalla Dr.ssa Zara sul controllo personale di alcune condizioni di degenza della mamma per i noti e soliti problemi di un paziente ricoverato in reparto internistico dove lo standard rispetto ad una terapia intensiva è decisamente diverso. Mi scuso per il ritardo nella risposta ma non essendo in Italia al momento mi risulta difficile collegarmi ad internet ogni giorno. Se mi scrive privatamente all'indirizzo che vede nella scheda personale di medicitalia la sua mail viene direttamente dirottata sulla mia posta personale e nel caso ci si può sentire anche telefonicamente al mio rientro in Italia dal 3 settembre.
Mi associo agli auguri già espressole dalle colleghe e e attendiamo sviluppi positivi.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
dottori buonasera,
ringrazio tutti voi di vero cuore per il tempo che mi dedicate..e per le risposte
che mi date.
Oggi hanno rifatto la tac a mia mamma per controllo,e ringrazio il DIO
ha detto il dottore che l'ematoma e' stato tutto riassorbito...
quindi pomeriggio la volevano trasferire...
quando invece verso le ore 16,le e' ritornata la febbre a 39,2...
loro anno intervenuti subito e verso le 18 mi hanno detto che la febbre era
piu' bassa..
pero' non l'hanno trasferita piu'...si spaventano di questa febbre che va' e viene...hanno fatto mi sembra che si chiami URINOCULTURA 8 giorni fa',pero' dicono che ci vuole piu' di 10 giorni al risultato,fino adesso dicono che e' negativo..adesso stanno facendo altri esami
ma pultroppo se non va' via la febbre si spaventano a levarla dalla rianimazione...ed io sono in pensiero...perche' penso che in quel posto e' piu' facile prendere infezioni..
in piu' ha questo polmone un po' di addensamento...anche se confronto prima le lastre dicono che e' piu' ridotto.

fatto sta' che mia mamma quando ha la febbre io mi spavento,anche perche' i battiti del cuore segnano fino a 200...invece quando non ha la febbre segnano 85/95...circa.


adesso dottori secondo voi come mai viene sempre questa febbre?
cioe' va' e viene....e' pericoloso?
posso stare tranquillo per mia mamma?


dottori ancora scusatemi per il disturbo

grazie!!

un cordiale saluto a tutti..

[#12] dopo  
Dr.ssa Roberta Zara
16% attività
0% attualità
0% socialità
CAGLIARI (CA)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
Gentile utente,difficilmente si trasferisce un paziente con febbre specialmente da una TI e quando ancora non sia iniziata la terapia mirata. L'aumento della frequenza cardiaca è normale durante una puntata febbrile cosi come aumentare il numero degli atti respiratori. E'una reazione dell'organismo all'attacco di un agente esterno.Per cui continui a sperare che la fibbra della sua mamma aiuti i colleghi che cercano la idonea terapia. Cordiali saluti
[#13] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Caro utente coraggio, e si faccia sempre vedere sereno dalla sua mamma: è veramente importante, mi creda, che lei le infonda fiducia.I colleghi della Rianimazione non si mettono "paura" della febbre, bensì non la trasferiscono per prudenza, perchè, come le ha detto già la collega non si trasferisce un paziente se non è stabile. Ma nonostante il rischio delle infezioni ospedaliere, che durante un ricovero prolungato è sempre presente, la Rianimazione è in assoluto il reparto dove l'assistenza è più accurata(le è già stato scritto in una risposta precedente della collega). Il polmone stà meglio, l'ematoma si è riassorbito, rimane questa febbre, che, con l'andamento che ci descrive, fà tanto pensare ad una febbre urinaria, ma i colleghi sanno quello che fanno e credo che ne verranno a capo. Auguri.
[#14] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
dottori un carissimo saluto a tutti.

da 3 giorni hanno trsferito mamma in reparto pneumologia,
il primo giorno sembrava tranquilla senza febbre,cercava di parlare anche se non si capisce bene quello che dice..quello che ci preoccupa e' che ci sono tratti che si ricorda di noi ed e' lucida,mentre altre volte parla sempre di sua mamma defunta, suo fratello defunto,o dice cose senza senso..
a tratti..

mentre il secondo giorno e' ritornata questa maledetta febbre fino a 39..e anche stanotte fino a mattinate aveva la febbre che va' e viene..adesso mi preoccupo perche'la vedo al letto tipo rimbambita guarda sempre in alto con la bocca quasi sempre aperta..a volte si lamenta.

ho parlato con i dottori e dicono che la febbre al 90 per cento viene dai polmoni...e anche dalle varie fratture..

pero' dottori sono spaventato...come mai mia mamma sta' sempre con la bocca aperta..e sembra imbranata.. tutta per conto suo e sembra molto debole?
e come mai questa febbre non va' piu' via?

cioe' non la vedo tanto bene..mi spavento...invece il primo giorno che l'hanno trasferita sembrava piu' sveglia e non aveva febbre.

i dottori dicono che ci vuole molto tempo..

voi carissimi dottori che ne pensate?

vi ringrazio infinitamente a tutti voi che mi rispondete..

un cordialissimo saluto.


[#15] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
dottori un carissimo saluto a tutti.

da 3 giorni hanno trsferito mamma in reparto pneumologia,
il primo giorno sembrava tranquilla senza febbre,cercava di parlare anche se non si capisce bene quello che dice..quello che ci preoccupa e' che ci sono tratti che si ricorda di noi ed e' lucida,mentre altre volte parla sempre di sua mamma defunta, suo fratello defunto,o dice cose senza senso..
a tratti..

mentre il secondo giorno e' ritornata questa maledetta febbre fino a 39..e anche stanotte fino a mattinate aveva la febbre che va' e viene..adesso mi preoccupo perche'la vedo al letto tipo rimbambita guarda sempre in alto con la bocca quasi sempre aperta..a volte si lamenta.

ho parlato con i dottori e dicono che la febbre al 90 per cento viene dai polmoni...e anche dalle varie fratture..

pero' dottori sono spaventato...come mai mia mamma sta' sempre con la bocca aperta..e sembra imbranata.. tutta per conto suo e sembra molto debole?
e come mai questa febbre non va' piu' via?

cioe' non la vedo tanto bene..mi spavento...invece il primo giorno che l'hanno trasferita sembrava piu' sveglia e non aveva febbre.

i dottori dicono che ci vuole molto tempo..

voi carissimi dottori che ne pensate?

vi ringrazio infinitamente a tutti voi che mi rispondete..

un cordialissimo saluto.


[#16] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
un saluto a tutti.

dottori per favore aiutatemi...

mia mamma e' ancora ricoverata in reparto pneumologia..
ma questa maledetta febbre non va' via..i dottori dicono che stanno provando diversi antibiotici..pero' la febbre c'e' sempre 38,5 alcune volte 37,6 insomma varia da 39 a 37 come cura adesso da 2 giorni stanno provando questi:

PERFALGAN
MERREM
MEPRAL
IN PIU' OGNI MATTINA METTONO UNA BOTTIGLIETTA DI FERRO.
E UNA BOTTIGLIA COLORE ROSSO DICONO CHE E' DISINFETTANTE.

insomma dicono che la febbre potrebbe venire dalle rotture del bacino,da dove e' stata operata all'omero che hanno messo mi sembra 2 chiodi o ferri che poi devono levare.

oppure dicono che perche' e' anche sempre allettata da 40 giorni..

e dicono che ci sara' qualche focolaio che porta questa febbre che pero' non sanno precisamente dove..
anche perche dicono che dai prelievi giornalieri i globuli bianche non superano i 8000.

PERO'LA FEBBRE C'E' SEMPRE..E MIA MAMMA LA VEDO TROPPO DEBOLE..MI HANNO DETTO DI DARGLI AL GIORNO AL MASSIMO 2 CUCCHIAI DI BRODO VEGETALE E UN POCO DI ENSURE CHE HANNO VITAMINE..QUESTO PER VIA BOCCA..E LEI POVERINA NON HA LA FORZA NEANCHE DI INGHIOTTIRE.

dottori ve lo chiedo per favore..dove posso portare mia mamma per salvarla? in questo reparto non mi fido piu'..
per essere quando e' uscita dalla rianimazione dopo 26 giorni che diciamo mia mamma era morta veramente l'hanno risuscitata..e invece qui mi sembra che la fanno morire!!

chi posso contattare per trasferire in un centro migliore d'italia per questo problema?

per favore aiutatemi!!!!!!!!!!!

non so' cosa debbo fare.


grazie a tutti

e che dio vi benedica.
[#17] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Gentile Signore, seguiamo con molta apprensione la situazione di sua madre e lo stato di profonda prostrazione che la sta attanagliando da oramai molto tempo.
Dalle scarse notizie che ci da per quanto riguarda la terapia al momento l'unico antibiotico che sua madre fa è il meropenem (MERREM)il resto è un gastroprotettore, un antipirettico, del ferro e quel disinfettante di cui parla sinceramente non si capsce molto che uso se ne faccia. Comunque....
La cosa che mi lascia un po perplesso è il fatto che ci si affidi a due cucchiaiate di brodo e un po di nutrizione enterale (ENSURE) come nutrizione, con le difficoltà che riferisce alla deglutizione. Mi aspetterei invece che provenendo da una rianimazione la sua "sostanziosa" nutrizione fosse affidata ad un catetere venoso centrale o meglio a un sondino naso gastrico dove somministrare un buon introito calori co giornaliero.
Anche il danno traumatico e le fratture possono essere causa di una febbre non infettiva visto che il valore dei Globuli Bianchi è sostanzialmente normale. Ma mi creda da qui non è che si possa avere il quadro chiaro della situazione.
Se gli esami colturali risultano negativi, dalla lastra del torace non appare alcun focolaio (l'unica sede di un focolaio può essere il polmone) se vi è certezza che a livello vescico-renale non vi siano infezioni, rimane il dato di una probabilità a livello delle zone osse che sono state trattate chirurgicamente.
Ma si possono solo fare da qui ipotesi fantasiose.
Un dato certo però è il fatto che da come la descrive appare molto difficile che sua madre possa affrontare un viaggio fuori dall'Isola in questo momento. E sinceramente l'unica cosa razionale che mi viene in mente può essere quella di parlare con i colleghi della Rianimazione che l'hanno avuta in cura fino a poco tempo fa. Si metta d'accordo con loro e pretenda dal Reparto dove è ora ricoverata sua madre di chiedere una consulenza rianimatoria in modo da sentire un parere in più.
E continui a tenerci informati
saluti
[#18] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimi dottori tutti....vi mando un carissimo saluto sia da parte mia e in particolare da parte di mia MAMMA.
Che ringraziando il DIO... adesso e' a casa, e uscita dall'ospedale, ha fatto fisioterapia,la continua a fare a casa,ha iniziato a camminare da sola piano piano,
adesso comincia a ricordare qualcosa,gia' ci conosce tutti...
all'ospedale quando l'anno dimessa i dottori mi hanno detto che e' stato un miracolo che mamma sia cosi....,perche' di come era prima era difficile che se la poteva cavare.

adesso la porto sempre in controllo e pultroppo negli analisi difetta soltanto la ferratina ...alta 1750.
ha passato la visita in reparto ematologia (mi sembra si chiami cosi) e hanno detto che forse non produce bene il midollo osseo... PERCHE' EMOCROMO VA' BENE...insomma e sempre sotto controllo.
per altro tutto bene...RINGRAZIANDO IL DIO...

DOTTORI... a tutti voi che mi siete stati vicini non so' come ringraziarvi....ne saro' riconoscente,per l'aiuto che mi avete dato....

Mia mamma vi augura un mondo di bene....a voi e la vostra famiglia....

GRAZIEEEEEEEEEEE.


CON AFFETTO.
[#19] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, è con grande gioia che abbiamo appreso l'evoluzione positiva della storia della sua mamma, da parte mia tanti tanti auguri ed un grazie a lei per averci voluti rendere partecipi.
Un saluto
[#20] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
E anche da parte mia!! Un caloroso augurio di pronta e completa guarigione. Grazie per averci dato sue notizie, giorni fa ho proprio pensato al suo caso... e il suo silenzio mi aveva lasciato dubbioso.
Un abbraccio alla mamma.
[#21] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Dottori tutti
un carissimo saluto,

per molto tempo non mi sono piu' fatto sentire...

sto' sempre dietro mia mamma,fa' molte visite all'ospedale di messina.

Vi scrivo in quanto in questi 2 anni da quando mia mamma
ha avuto l'incidente,sembrava che l'anno passato si stava rimettendo meglio,si sempre all'ospedale per controllo..
pero' tutto sommato andava un poco bene..

adesso da circa 1 mese mia mamma quando la facciamo camminare in casa,stanca piu' facilmente,e nella gamba dal lato sx dove e' stata investita...quando cammina dice che gli brucia tutta la gamba specialmente le dita del piede...quindi non ce la fa' e si siede...

ancora piu' preoccupante e'..che mi sono accorto che ha le gambe piu' gonfie dell'anno scorso..

non so' come mai, e da cosa dipende...

il neurologo che viene a casa a visitarla come medicine le ha dato:

TICLOPIDINA.250MG.
DEURSIL 450 MG.
DROMOS 500 MG.
ESILGAN 2 MG COMPRESSE.

la ferritina e' sempre alta circa 20 giorni fa' al controllo ulteriori degli esami era 1650,non e' stata mai piu' bassa di 1450.

abbiamo fatto in questi anni tutti i controlli necessari in reparto EMATOLOGIA..i dottori hanno detto che non sanno da dove viene questa ferritina alta,per loro ha tutto negativo,hanno fatto la T.A.C in tutto il corpo e hanno detto che risultato un poco di altero sclerosi.. etc..


QUELLO CHE MI PREOCCUPA E' CHE HA LE GAMBE GONFIE E HA DOLORI...E FERRATINA ALTA...


dottori tutti vi ringrazio anticipatamente.


GRAZIE DI CUORE.


CORDIALI SALUTI.
[#22] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, i motivi per cui le gambe sono gonfie possono essere diversi: legati e non ai postumi dell'incidente, come anche la facile affaticabilità che la mamma accusa. A mio avviso e con i limiti del consulto telematico bisognerebbe indagare dal punto di vista cardiovascolare per poter escludere problemi cardiaci e vascolari (artero-venosi) come causa del gonfiore e della difficoltà a deambulare. Se poi non lo ha fatto di recente, non sarebbe male fare anche una batteria di analisi, prescritte sempre dal curante che voglia indagare cause ematochimiche del gonfiore alle gambe: a proposito non ci dice se il gonfiore è limitato alle gambe o presente in altre parti del corpo.
Cordiali saluti.
[#23] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Buongiorno, e bentornato. Aggiungerei anche una considerazione oltre i consigli della Dott.ssa Martin. Mi sembra che l'iperferritinemia sia stata una scoperta occasionale del ricovero di due anni fa. Non si sa se in passato tale dato fosse stato mai indagato. Ora se nella fase del trauma e del ricovero successivo una iperferritinemia alta aveva anche motivo di esserci, il ritrovarla ancora così alta a distanza di tempo probabilmente può anche fa pensare che già fosse così da prima, magari una forma genetica di emocromatosi legata al gene HFE. Quindi escluse le cause più classiche di tutti i tipi di una forma acquisita di iperferritinemia, se il suo Curante lo ritiene opportuno, andrebbe fatto uno studio genetico per valutare se vi sono delle motivazioni di questo tipo.
Saluti
[#24] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2006
Vi sono grato a voi dott. per la risposta celere,

rispondo riguardo la risposta del dott. anna maria MARTIN.
.
la mamma circa 2 mesi fa' ha fatto un elettrocardiogramma
e tutto era apposto,la pressione va' sembre bene al massimo 140/90,quindi penso non si tratti di problemi al cuore...almeno dagli analisi fatti,e da quello che dice il cardiologo.

rispondo al dott. stelvio ALBINO...
riguardo l'iperferritinemia,in passato la mamma quando faceva le analisi non ha mai avuto l'iperferritinemia alta,era sempre nella norma,solo da quando ha avuto l'incidente che ce la alta...

infatti accusa dolore soltanto nella parte sinistra dove e' stata investita,ed ha dolori sia sul lato sx sopra del sedere,ed al braccio sx in alto vicino la spalla...

riguardo il gonfiore,l'altro giorno sembrava anche un po' gonfia in faccia,la mattina al risveglio sembra meno gonfia,durante il giorno invece la vedo piu' gonfia..

LA CURA CHE FA' LO ELENCATA NEL PRIMO MESSAGGIO,NON VORREI SIA QUALCHE PILLOLA CHE NON VA' BENE..

insomma non saprei.


comunque vi ringrazio moltissimo per il tempo che mi avete dedicato,e per quanto ancora me ne dedicate...

NON SO' COME RINGRAZIARVI..

UN CORDIALISSIMO SALUTO A TUTTI VOI..



[#25] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
16% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Stelio ALVINO ^___^