Utente 248XXX
Buongiorno,
credo di aver contratto una micosi delle unghie.
l'estremità dell'alluce destro si è staccata, è diventata di un colore giallino e sotto di essa trovvo spesso della materia bianca. ogni tanto provo anche dolore.
A due dita delle mani, invece, sono comparse sempre all'estremità delle piccole variazioni di colore tendenti al giallomarrone in seguito ad un non corretto uso uso della lima: ho infatti spinto troppo in fondo per rimuovere dei residui di crema.
devo fare degli esami? Quali? Nell'attesa posso tamponare e limitare i danni con l'uso di qualche antimicotico generico, magari delle gocce, uno spry?
Grazie mille sin da adesso e buona giornata

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Buongiorno,
un esame micologico secondo l'ipotesi da lei paventata, potrebbe essere il più indicato,; piccolo prelievo di unghia, inseminazione del terreno di coltura ed allestimento di vetrino per l'esame a fresco: ma tutto ciò andrebbe prerceduto da accurtato esame clinico effettuato da specialista di buona qualità ed esperienza.
Segua questo consiglio ed avrà la soluzione al suo problema.
Un saluto
Dr. Mocci
[#2] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
12% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Egr. utente da Palermo,
lo "scollamento" o onicolisi della lamina ungueale si può manifestare in diverse affezioni dell'unghia, sia di tipo infettivo (es: tinea unguium da dermatofiti del tipo Trycophyton, Microsporum, Epidermophyton, infezione da muffe del tipo scopulariopsis brevicaulis, infezione da lieviti del tipo Candida albicans, etc) sia di natura non infettiva (es: onicodistrofia, psoriasi, lichen, etc). E' importante quindi effettuare una visita specialistica presso il Suo dermatologo di zona per poter giungere ad una diagnosi e ad una terapia definitiva. L'esame microscopico miceti (sigla MIC MIC) è spesso utilizzato dal dermatologo per avere la certezza dell'eventuale infezione e per poter identificare l'agente microbico responsabile. L'esame può essere eseguito in pochi secondi presso qualsiasi dermatologo o anche in laboratorio. Esso consiste nel prelevare con uno strumento simile a delle comuni forbici le squame provenienti dall'unghia ed osservarle al microscopio previa opportuna preparazione. La risposta si ha nel giro di qualche giorno. In alcuni casi, quando ad esempio la diagnosi clinica di onicomicosi è abbastanza evidente, lo specialista "bypassa" tale esame e procede direttamente con una terapia a base di antimicotici. E' importante però evitare di applicare farmaci sull'unghia almeno 10 giorni prima di effettuare il test dal Suo dermatologo o presso il laboratorio consigliato dal collega. Le patologie ungueali sono in genere guaribili e ben controllate, ma richiedono molto tempo e pazienza per essere eliminate, in quanto i cheratinociti della matrice ungueale delle unghie dei piedi hanno un lento turnover (velocità di crescita rallentata) e i tempi di guarigione oscillano da qualche settimana a molti mesi. Cordiali saluti e in bocca al lupo.

Dott. Antonio DEL SORBO
Medico Chirurgo – Specialista in Dermatologia e Venereologia
Dottore di Ricerca in Dermatologia Sperimentale
Corso Nazionale, 139 – 84018 SCAFATI (Salerno)
Email: antoniodelsorbo@libero.it – Sito internet: www.scafati.it
Telefono Studio: 081/8502377 – Cellulare: 338/6422985