Utente 125XXX
Salve.
Sono un ragazzo di appena 19 anni. Da circa un mese o poco più soffro di disturbi cardiaci. E' cominciato tutto una sera dopo essere uscito il sabato sera. Informo subito del fatto che l'unica cosa che avevo assunto era una tazzina di caffè! Tornato a casa,ho cominciato ad avere il battito del cuore molto accelerato,unito alla sensazione di collasso,svenimento. Per dormire ho bevuto una camomilla e ho preso delle goccie di... Valeriana mi sembra! Per effetto (suppongo) mi sono calmato di più e mi sono addormentato,ma da quel momento ho fatto fatica a continuare lo stesso stile di vita di prima. Mi accorgo che ho problemi frequenti col cuore,in particolare la notte in cui ho avuto addirittura degli attacchi di panico che ora riesco a controllare meglio. Il cuore comincia a battere di più per qualsiasi ragione (magari,a volte,senza alcuna!),può essere per un po' di musica alta (anche se sono calmissimo: l'accelerazione arriva dopo) o altro. Sinceramente pensavo fosse uno stress momentaneo,in quanto essendo periodo estivo andavo spesso al mare e ho molte cose in testa davvero spesso,accusando questi sintomi la sera... Ma ora la questione si fa più frequente! Cerco di condurre una vita sana,peso 65kg x 176cm circa d'altezza e tutti i giorni mi piace fare della sana ginnastica che ora fatico a fare. Ho anche controllato il battito cardiaco: quando sto bene è abbastanza regolare,60 battiti al minuto. Quando,spesso ripeto,ho questi battiti veloci uniti a senso di svenimento,panico,è a 88 e stamane a 120,pur mantenendo uno stato di calma relativa. Quindi ho anche dei dolori al petto,lato del cuore. Noto che facendo degli esercizi respiratori il battito si calma un po',quanto basta per stare meglio,ma il dolore al petto ogni tanto si fa sentire. non so più cosa pensare: stress "psicologico",respiro affannoso per via della narice un po' più chiusa...
cosa mi consigliate di fare? avevo pensato di cominciare con delle analisi del sangue ma volevo un vostro parere,oltre a quello del mio medico.
Perdonatemi per essermi dilungato ma volevo essere quanto più chiaro possibile.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Una visita cardiologica con esecuzione di un elettrocardiogramma potrebbe esser5e utile come esami di prima battuita, insieme a controlli ematici per escludere una anemizzazione e una disfunzione della tiroide.
Esami piu' particolareggiati al momento sarebbero prematuri, ma non è escludibile che il suo medico richieda l'esecuzione di un Holter.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Dr. Tidu,la ringrazio per i consigli datami. Crede che evitare sforzi di varia entità ed evitare cibi/bevande che possono darmi fastidi sia giusta cosa o è solo mia impressione e paura? prevenire in qualche modo magari...
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non credo debba sottostare a limitazione dell'attività fisico. Limiti le sostanze eccitanti (caffe', the, sigarette eventuali e quant'altro).
A disposizione per ulteriori consulti
[#4] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore. Ho fatto le analisi del sangue e sembra che tutto sia a posto. O meglio,vedo che i globuli rossi sono alti. Il massimo,secondo i valori di riferimento,è 5.500.000 e i miei sono a 5.810.000; i valori del ferro sono nella norma ma alla stregua del valore minimo così come i neutrofili. Secondo lei è tutto nella norma?
A proposito,ho fatto un elettrocardiogramma con ecocardiogramma e sembra tutto bene,pulsazioni a 80 (in condizioni di riposo).
[#5] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:
Se gli esami eseguiti non mostrano alterazioni degne di significato 8senta il suo medico al proposito) può tranquillizzarsi e valutare se la presenza di uno stato ansioso possa avere rilevanza per i suoi sintomi.
A disposizione per ulteriori consulti