Utente 249XXX
Buonasera, vi scrivo per chiedervi un consulto sul mio problema.
Alla mia età ho ancora un canino deciduo e il canino permanente che stava incluso sotto, ha deciso di iniziare ad uscire.Sono andata dal dentista il quale mi ha fatto fare un'ortopantomografia il cui referto recita: Il canino deciduo inferiore di destra è ancora in sede e il canino definitivo corrispondente è modestamente disodontico con addensamento ai margini alveolari. Non evidenti residui radicolari.
A questo punto l'ortodontista a cui mi sono rivolta mi ha detto: il canino definitivo non ci sta, per fare spazio bisogna togliere tutti e quattro i denti del giudizio, mettere per 2 anni e mezzo un apparecchio sopra e sotto fisso, correggere la masticazione sbagliata e raddrizzare il canino.Per chiarezza vi dico che ho ho tutti e quattro i denti del giudizio presenti, 3 sono parzialmente inclusi e uno (quello inferiore destro) è totalmente incluso e le sue radici pescano a cavallo nel nervo mandibolare. Ora, visto che il mio dentista non toglie i denti del giudizio, mi manda in ospedale a toglierli, in chirurgia maxillo-facciale. Ma in ospedale mi dicono: la paziente presenta il 43 parzialmente incluso in distorsione e presenza di deciduo. Probabilmente il riposizionamento del 43 può avvenire senza necessità di togliere il 47, 46 ecc. e quindi l'estrazione del 48 non si renderebbe necessaria. Inoltre il 48 è inclusione totale, non presenta tasche parodontali al 47 e ha le radici in prossimità del canale alveolare e in ogni caso è bene includere una TAC mandibolare. A voce aggiunge che l'estrazione dei denti del giudizio, soprattutto quello totalmente incluso, sarebbe molto invasiva per la mandibola e che secondo lui con un apparecchio solo inferiore si riesce nel giro di 9 mesi a raddrizzare il canino, che anche se non ci sta perfettamente è comunque il male minore.
Io ero felicissima della cosa: tempi dimezzati, chirurgia meno invasiva. Aggiungo anche che a me i denti del giudizio e la masticazione sbagliata non hanno finora dato nessun tipo di problema. Inoltre non mi interessa avere un sorriso perfetto, vorrei soltanto non avere un buco quando perdo il dente da latte e possibilmente raddrizzare il permanente. Adesso non so più cosa fare, vorrei trovare un ortodontista che da ragione al chirurgo o anche chiedere se si possono togliere entambi i canini e fare un impianto, visto che i due medici a cui mi sono rivolta mi hanno dato pareri diversi.
Scusate se sono stata prolissa, ma ho cercato di spiegarmi al meglio.
Vi ringrazio anticipatamente per i vostri consigli.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marco Capozza
40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente
Generalmente, nei casi simili al suo, è necessaria una terapia ortodontica fissa su entrambe le arcate per circa due anni o più.
Per i denti del giudizio, se il chirurgo ha dei dubbi sui rischi di lesione al nervo aleolare inferiore, naturalmente segua i suoi consigli (sembra giusto effettuare una TAC)
Non è chiaro il destino previsto per 47 e 46. Provi a far dialogare ortodontista e chirurgo!
E' possibile estrarre sia il canino deciduo che il permanente per mettere un impianto ma preferibilmente nei casi in cui è impossibile far arrivare il permanente nella posizione corretta in arcata e ci sono possibili complicanze (se possibile segua la via "normale").
Cordiali saluti
P.S. Non per fare polemica, ma il reparto più adatto per discutere di denti del giudizio e di ortodonzia è quello di ODONTOIATRIA, assente in molti ospedali. Provi a recarsi presso la più vicina Università.
[#2] dopo  
Dr. Vincenzo Bellinvia
24% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2004
Direi che per un parere farebbe bene a rivolgersi al centro universitario di odontoiatria della Sua città.
Magari non sarà necessario sottoporsi all'intervento di avulsione dei denti del giudizio "tirar fuori" e mettere in fila il canino
Cordialmente
Enzo bellinvia
[#3] dopo  
Dr. Enzo Panciroli
16% attività
0% attualità
0% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2007
Quando mi capitano canini non erotti, in pazienti adulti, spiego sempre che esiste la possibilità di non riuscire a muovere il canino neppure di un millimetro, per svariati motivi (es: anchilosi radicolare, anche solo di pochi millimetri quadrati). La percentuale di insuccesso, specialmente nei canini mandibolari è alta (circa il 15 %), ma per il paziente, al quale accade l'insuccesso, è del 100%. Il problema è che ci si accorge dell'immobilità del canino solo dopo aver tolto i giudizi, fatto lo spazio, eseguito l'intervento per agganciare il canino e almeno 6 - 8 mesi di trazione.....totale 18 mesi circa. Se la bocca non presenta altri problemi ortodontici o il paziente non ne chiede la risoluzione, preferisco l'avulsione dell'elemento incluso e un impianto con corona in ceramica.
Cordiali saluti,
Panciroli Enzo