Utente 289XXX
Buongiorno, io soffro di atonia intestinale sindrome colon irritabile. Ho abusato per anni di lassativi e microclismi peggiorando tutto. Tre mesi fa sono stato da un proctologo che mi ha dato il resolor.
Tutto bene per un mese, ottima forza propulsiva, mi sembrava di essere tornato a 20 anni fa poi ( nel frattempo vado in bicicletta con amici più volte). Ad un certo punto iniziano dei bruciori alla arte più esterna dell'ano, mi fa male toccare l'ano e da li a poco inizia ipertono con dolori dopo defecazione incredibili per ore. Diagnosi: ragade. Cura: rectogesic e proctoial con asacol 500. Dopo 4 settimane l'apertono e' migliorato molto ma rimane questo bruciore forte dopo defecazione sopratutto stando in piedi e molto muco nelle feci. Volevo chiedervi se il resolor può aver scatenato tutto questo e se per caso ho un inizio di colite ulcerosa. La ragade non mi fa quasi più male e' questo bruciore anale forte che ho paura che mi riinneschi l'ipertono. Per spiegarmi meglio e' difficile sfiorarlo anche lavandomi dopo aver evacquato. Grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il Resolor funziona per certi versi come un lassativo: personalmente tenderei ad escludere che possa aver avuto una qualche funzione nella patogenesi di una ragade. Si tratterebbe insomma di una sfortunata coincidenza, ma probabilmente nulla di più...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Questo bruciore che non passa nonostante l'ipertono vada meglio cosa può essere? È perché mi fa più male quanto sto' in piedi?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
I motivi per cui si instaura il bruciore anale possono essere vari: ragadi, proctiti, sindromi diarroiche, emorroidi...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Grazie.

[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Salve Dottore, dopo una sfinterectomia (scritto bene?) e' possibile che torni l'pertono? E se dovesse tornare si può rioperare oppure c'è un rischio molto alto di incontinenza?

Grazie

[#7] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
.......un ultima cosa........il rectogesic se usato per più di 8 settimane cosa può causare? E mi chiedo perché lo spasmex o muscoril non hanno lo stesso effetto del rectogesic?

Ancora grazie

[#8] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
1. Si', ma dovrebbe essere più difficile
2. Dipende dall'intervento che si deve fare, non è detto
3. Vasodilatazione con possibile ipotensione e tachicardia, fino allo shock nei casi più gravi
4. Perché sono farmaci completamente diversi, utilizzabili per scopi che nulla hanno a che vedere con gli scopi per cui viene utilizzato il Rectogesic
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#9] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Io l' ho usato un periodo ( circa un mese) in dosi molto ( meta' dose) inferiori per motivi di emicrania, e spesso solo una volta al giorno, adesso che lo tollero e' già 4 settimane che lo prendo, mi hanno detto di prenderlo per altre 4 ........ Mi devo preoccupare? Il mio proctologo preferisce non operare, io sinceramente sono stanco di prendere medicinali però allo stesso tempo ho paura di non risolvere con l'intervento e di indebolire solo lo sfintere........
Grazie

[#10] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo a questa domanda è impossibile rispondere senza conoscere le sue condizioni cliniche. Deve necessariamente affidarsi a chi può visitarla "dal vivo"; se non ha fiducia di un Collega può sempre rivolgersi ad un altro...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#11] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Grazie

[#12] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#13] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Salve, un aggiornamento sul mio problema.
Dopo aver girato vari medici tutti concordavano come diagnosi una ragade associata a ipertono.
Io ho sempre sostenuto con tutti che la ragade era una conseguenza dell'ipertono e non la causa.
Ho sempre pensato che l'ipertono mi fosse venuto a causa di una reazione al Resolor+movicol ma in particolare al resolor.
Per farla breve mi sono curato come se avessi una proctite causata da abuso di lassativi(resolor+movicol) che generava un ipertono che a sua volta ha generato una ragade......sospeso rectogesic che è mostruoso da sopportare, sospeso resolor, diminuito movicol, preso asacol per la proctite e debrum per calmare il colon ormai iper attivo.......qualche fermeto lattico per aiutare a ristabilire la flora batterica.......signori miei in una settimana mi è sparito tutto quello che in tre mesi nessuno riusciva a farmi sparire......anzi stavo finendo sotto intervento...........

Buona Serata a tutti....e volevo sottolineare che prima di curare un sintomo bisogna capirne bene la causa che lo innesca altrimenti si fa perdere tempo alle persone e le si fa soffrirfe per niente.......bisogna ascoltarli i pazienti..........ASCOLTARLI.........naturalmente Dottore non mi riferisco a lei.........

[#14] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
E lo credo bene che non si riferisce a me! Tanto più che l'ultima volta le avevo proprio scritto "Deve necessariamente affidarsi a chi può visitarla "dal vivo"; se non ha fiducia di un Collega può sempre rivolgersi ad un altro".
La differenza tra il Medico Curante e noi, che rispondiamo da dietro un computer, sta proprio nella possibilità di visitare il paziente. Ma ovviamente se chi dovrebbe visitare poi in realtà non lo fa allora la sua parola equivale alla nostra, ed entrambe valgono ben poco...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#15] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dottore, eccomi qua dopo un po' di tempo a disturbarla ancora.
Il problema per cui ero stato curato con resolor naturalmente c'è ancora visto che il resolor non posso usarlo . Difficoltà ad andare in bagno, ma sopratutto dopo esserci andato una sensazione di gonfiore e di non completo svuotamento che mi fa stare più male di quando non vado in bagno ...... Gonfiore ..... Allora sono obbligato all'uso di microclismi per liberarmi. Io ho fatto tutti gli esami compreso la defecografia che è risultata negativa ...... Posso avere un leggero prolasso anche se l'esame e' negativo? È possibile che il problema sia il pavimento pelvico? Il movicol nella quantità di 2 bustine al giorno può essere assunto sempre? Cosa ne pensa delle intolleranze alimentari? Ha qualcuno da consigliarmi in Sardegna che mi possa seguire bene ? Che danni possono provocare i microclismi? È anni che vado avanti così e sto sempre peggiorando , non è possibile che con tutti i medici che ho girato l' unica cosa che funzionasse fosse il resolor che però a me fa male......in pratica come si da un po' di tono allo sfintere l'ano ( o le ragadi croniche che ho ) mi inizia a fare male e poi mi da i problemi che già abbiamo visto sopra.
Soluzioni almeno indicative ?

Grazie e buon lavoro

[#16] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La sua condizione è piuttosto complessa; tra l'altro mi pare che lei non stia seguendo un percorso terapeutico ben studiato, ma si affida piuttosto a soluzioni estemporanee senza un "disegno" preciso. Sono d'accordo con lei con la necessità di farsi seguire da un Proctologo, così almeno potrà avere un punto di riferimento con cui iniziare un percorso terapeutico serio. Purtroppo però non posso aiutarla nella scelta del professionista giusto: le consiglio per questo di chiedere al suo Medico di Famiglia, oppure di rivolgersi ad un grande Ospedale di zona.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#17] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2013
Attualmente sto seguendo le cure dell'ultimo proctologo che mi ha controllato.....due movicol al giorno ....... Volevo solo sapere se posso prenderli sempre e qualche risposta alle domande poste visto chi di professionisti in 15 anni ne ho visti e le assicuro che il problema non sono io ma nessuno ne ha cavato un ragno dal buco( le solo estemporanee me le davano loro), in compenso ho speso una marea di soldi ........ Chiedevo solo una mano a una persona che mi sembra avere le idee molto chiare.......
Grazie lo stesso

[#18] dopo  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La ringrazio per la fiducia. Posso dirle che il Movicol in genere è ben tollerato, quindi può essere assunto anche per lunghi periodi. E' chiaro però che non posso essere io a stabilire dosi e durata del trattamento: come sa questo può farlo solo il Medico che l'ha visitata. Capisco comunque il suo sconforto, però tenga conto del fatto che in Medicina non tutti i problemi possono essere risolti (magari fosse così...): probabilmente il Collega che la segue sta facendo del suo meglio, ma non è detto che la Scienza abbia per forza i mezzi per guarire tutto e tutti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com